Pamela Prati non avrebbe preso i due figli in affido

Una puntata che si preannuncia ricca di colpi di scena quella di Live – Non è la D’Urso di questa sera. Nuovi dettagli scioccanti sul caso Pamela Prati verranno presentati in puntata, tra cui lo sfogo della madre di uno dei figli che la showgirl aveva dichiarato di aver preso in affido.

L’affido dei bambini? Tutta finzione

La svolta decisiva sul caso che ha recentemente coinvolto Pamela Prati è arrivata proprio dalla diretta interessata. La showgirl ha infatti detto tutta la verità sabato pomeriggio a Verissimo nel salotto di Silvia Toffanin: Mark Caltagirone non esiste, Pamela è stata plagiata.

Tutta finzione, così come non è vero il fatto che Pamela e Mark avessero preso due figli in affido. A tal proposito proprio la vera madre di uno di questi, tale Sebastian di 10 anni, avrebbe scoperto proprio guardando Live che suo figlio era stato usato dalla coppia. La signora credeva che il figlio Sebastian era stato scelto per una fiction, in realtà era stato utilizzato dalla coppia per far credere al pubblico di averlo preso in affido assieme ad un’altra bambina.

Questa sera a Live verrà letta una lettera contenente lo sfogo della vera madre dopo la scoperta.

Mi è crollato il mondo addosso

La lettera della madre del bambino viene letta in studio a Live ed ha provocato grande stupore in studio: “Tempo addietro lavoravo in un negozio di parrucchiera. 4 anni dopo ricevo una richiesta in cui mio figlio sarebbe stato scelto per prendere parte ad una fiction. Ma guardando Live – Non è la D’Urso vengo colpita come un fulmine a ciel sereno. Nel copione che mio figlio doveva seguire, era segnato che era italo-spagnolo.

Seppur perplessa, mi disorientava che mio figlio mi rispondesse alle mie domande nonostante non potesse dirmi nulla del copione. I miei dubbi poi diventavano certezza quando convincevo mio figlio a dirmi cosa era successo quel pomeriggio. Sempre durante Live ho trovato riscontro. Leggo sulle indagini in corso sull’identità di mio figlio, mi contatto con un avvocato e scopriamo la verità. Da quel momento mi è crollato il mondo addosso“. In collegamento con Barbara D’Urso, l’avvocato della signora afferma chi è quella persona che aveva contattato il bambino per fargli prendere parte di questa vicenda: “Secondo quanto mi ha riferito la madre della bimba, questa persona è Pamela Perricciolo“, ovvero l’altra agente di Pamela Prati.

Nuovi sconcertanti tasselli si aggiungono ad un mosaico che sembra ancora non trovare completezza.