una volante dei carabinieri

Dramma a Collepasso, in provincia di Lecce, dove un anziano è stato trovato bruciato vivo in casa sua in via Don Sturzo. A quanto pare ad aver ucciso l’uomo sarebbe stato il figlio, che ha già confessato ed avrebbe parlato di un diverbio.

Ucciso dopo una lite

Antonio Leo, 89 anni, è stato trovato bruciato vivo in casa sua: è stato portato in bagno e prima cosparso di alcol, e poi gli è stato dato fuoco. A quanto pare l’uomo sarebbe morto nel pomeriggio. A chiamare le forze dell’ordine sarebbe stato proprio il figlio Vittorio, 49 anni, che ha un’agenzia immobiliare nel stesso palazzo in cui abitava il padre.

L’uomo è stato interrogato per molte ore e la confessione è arrivata nelle prime ore della mattinata.

L’unico movente fornito dall’uso sarebbe stato un litigio dai toni molto accesi avuto con il padre anziano. La vittima avrebbe avuto anche un’altra figlia, che vive a Roma.