volante della polizia

Non era la prima volta che Isaiah Ogboe compariva tra i documenti in mano alla polizia. Ha 31 anni l’uomo, di origine nigeriana, fermato oggi a Vicenza dopo aver cercato di violentare l’autista donna di un bus di linea. A lanciare allarme è stata una bambina di 10 anni.

La tentata violenza a bordo del bus

Una scena orribile avvenuta sotto gli occhi dei passeggeri tra cui anche minori. È avvenuto tutto questo pomeriggio a Vicenza dove un uomo di 31 anni di origine nigeriane, Isaiah Ogboe è stato fermato ed arrestato dalla Polizia dopo aver cercato di violentare l’autista di un autobus di linea.

L’uomo si trovava a bordo del mezzo pubblico di trasporto insieme ad altri passeggeri quando all’improvviso ha aggredito l’autista, una donna, che stava compiendo le manovre per immettersi nella circolazione dopo la fermata. L’uomo si sarebbe posto a cavalcioni sulla donna e avrebbe cercato di strapparle via i pantaloni. I passeggeri, che hanno assistito alla scena e che sono stati messi in allarme dalle urla della donna, hanno immediatamente cercato di intervenire.

Una bimba di 10 anni chiama la polizia

Dapprima un pensionato di 72 anni ha cercato di mettere in fuga il 31, affrontandolo e riuscendo anche ad immortalarne il volto attraverso uno smartphone.

Ogboe, fermato dal pensionato, nel tentativo di scappare via ha urtato e fatto cadere a terra un’altra donna, un’anziana che si trovava lì insieme alla nipotina di 10 anni. La stessa che, assistendo alla scena, è riuscita ad afferrare il telefono della nonna chiamando il 113 e spiegandogli l’accaduto.

Avvertiti dalla bimba, i poliziotti sono arrivati sul luogo e hanno fermato il nigeriano – attraverso l’uso di uno spray urticante – arrestandolo.

Dalle prime indagini pare che lo stesso 31enne fosse stato fermato già qualche giorno prima a bordo di un treno perché senza biglietto. Fermato, ora Ogboe dovrà rispondere delle gravissime accuse di violenza sessuale aggravata, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.