marco-carta1

Tutto risolto per Marco Carta. Il cantante ha passato queste ultime terribile ore implicato nella notizia di un furto da cui alla fine è stato riconosciuto come totalmente estraneo. Il giudice, infatti, ha deciso di non convalidare l’arresto e ha ritenuto il cantante estraneo ai fatti. Fatti che sarebbero invece attribuibili ad altri soggetti.

Nessuna colpa per Marco Carta

I colpevoli del furto sarebbero altre persone, completamente estraneo ai fatti invece Marco Carta. Ci sono dei nuovi arresti per cui è stata prevista la custodia in casa. L’avvocato del cantante ha fatto sapere: “E’ stata chiarita la totale estraneità di Marco Carta.

Lui è estraneo a qualsiasi addebito. Il fatto è attribuibile ad altri soggetti, lui è totalmente estraneo, è stato acclarato dal giudice. Marco è una bravissima persona“. L’avvocato Simone Ciro Giordano ha voluto chiarire tutta la vicenda. “Non sono stato io a rubare, per fortuna è andato tutto bene, sono felice di poterlo dire“, ha ribadito il cantante, una volta uscito dall’aula del Tribunale di Milano. “Adesso vado a casa, sono un po’ scosso, le magliette non ce le ho io, l’hanno visto tutti“, ha spiegato ancora.

Non ci sono per ora altre notizie sul furto delle magliette.

Il furto alla Rinascente

Venerdì sera, uscendo dai grandi magazzini della Rinascente, Marco Carta era stato fermato con tre magliette dal valore complessivo di 1.200 euro. Alle magliette era stato tolto l’antitaccheggio ma era stata dimenticata la placchetta flessibile, che al momento dell’uscita ha fatto scattare gli allarmi.