Primo piano di Guillermo Mariotto a Ballando con le Stelle

La performance di Ivan Cottini a Ballando con le Stelle, nel corso della finalissima dell’edizione 2019, è uno dei momenti televisivi indimenticabili per lo show. L’ex ballerino di Amici, affetto da sclerosi multipla, è stato il grande protagonista di una prima serata travolgente. A seguire il suo numero magico milioni di telespettatori e una giuria commossa, a partire da Guillermo Mariotto. È stato proprio quest’ultimo, a Storie Italiane, a raccontare le emozioni vissute davanti all’artista.

Guillermo Mariotto parla di Ivan Cottini

Quella di Ivan Cottini a Ballando con le Stelle non è stata una semplice esibizione di talento. La sua è una performance che apre le porte a un’anima grandiosa, forgiata da una vita che non gli ha risparmiato il suo lato più ruvido e cattivo. Nonostante sia costretto alla sedia a rotelle, il ballerino affetto da sclerosi multipla ha dato prova di essere una vera forza della natura.

Estasiati i telespettatori, strabiliata la giuria: a parafrasare quel momento di grande televisione è stato Guillermo Mariotto, che le telecamere dello show hanno inquadrato in lacrime, in un fugace attimo che ha dato la misura della sua emozione.

Il giudice della trasmissione ne ha parlato ai microfoni di Storie Italiane: “Sono il suo primo fan. Mi sento uno str***o perché Ivan mi dimostra che ho la vita più bella del mondo. Questa cosa mi sconvolge, mi ha strappato il cuore“.

L’esibizione dell’ex ballerino di Amici

Nessuno potrà dimenticare l’esibizione di Ivan Cottini, super ospite della finale di Ballando 2019. Dopo il suo ingresso in pista, sulla sedia a rotelle, si è abbandonato al palcoscenico sulle note di Ti vorrei sollevare, canzone che ha fatto da tappeto al suo momento e che è, al tempo stesso, una sorta di colonna sonora della sua esistenza.

Una standing ovation per lui, incorniciata da un fiume interminabile di applausi che, come ha sottolineato Fabio Canino, “sono tutti meritati” e non sono frutto di sentimenti di compassione e pietà.

Ivan Cottini merita davvero l’attenzione del pubblico, non solo per la sua difficile storia di lotta alla malattia ma anche perché il suo è un autentico talento. Di quelli impossibili da replicare.