marco-liorni

Manca davvero pochissimo ormai e Marco Liorni conta le ore che lo separano dal suo debutto a Reazione a Catena, il game-show di casa Rai. Un successo, quello di questo quiz, già rodato.

Liorni, ospite quest’oggi al programma di Eleonora Daniele, Storie Italiane, non nasconde di essere molto emozionato. Ma il conduttore, forgiato da anni di programmi d’informazione quotidiana e di dibattito, non vede l’ora di lanciarsi nell’avventura del puro intrattenimento.

Pronto a partire

Marco Liorni sembra avere tutto sotto controllo a poche ore dalla prima puntata di questa nuova edizione di Reazione a Catena, prevista per le 18.45 di questo lunedì 3 giugno.

Fa un bell’effetto, è una macchina stracollaudata: è come se ti dessero un’auto da corsa, ci sali, guidi e ti accorgi che ha un motore incredibile” ha rivelato in un’intervista rilasciata a Leggo.

reazione-a-catena
Marco Liorni pronto per Reazione a Catena

Un entusiasmo, quello di Liorni, che quest’oggi ha irrotto anche nel salotto di Storie Italiane, dove la padrona di casa Eleonora Daniele gli ha fatto il suo personalissimo in bocca al lupo. “Sono emozionatissimo” ha commentato Marco Liorni. “Mancano poche ore! Ma l’emozione ci vuole, fa bene. Reazione a Catena è veramente una sfida per me, essendo totalmente diversa, come esperienza, da tutto ciò che ho fatto prima in tv”.

Dal successo di Italia Sì

Liorni dice di sentirsi in ottime mane, ringraziando gli autori di Reazione a Catena, che l’hanno guidato nel format facendolo sentire a suo agio. “Ho degli autori bravissimi che mi hanno fatto capire subito cosa devo fare”.

italia-sì
Marco Liorni a Italia Sì

Reazione a Catena è anche un’opportunità, per Marco, di cambiare registro. L’anno scorso sentivo l’esigenza di qualcosa di più leggero” ha raccontato il conduttore. “Dopo 7 anni di Vita in diretta, e già Italia sì lo è perché abbiamo due-tre storie più serie su dieci.

Chiaro che qui c’è la voglia di sorridere sempre, entri in studio e subito ti viene il sorriso“. Liorni è reduce dal grande successo di Italia Sì.Col tempo si è creato un pubblico più stabile, meno legato al contenuto della singola puntata. E sia i dati di ascolto, sia la crescita esponenziale dei feedback della gente ci hanno dato la sensazione che il programma ha trovato presto una sua identità“. Ora si prepara ad affrontare l’inesplorato territorio dei quiz.