muso di un gattino

È già scattata la denuncia ed è stata depositata sul tavolo della Procura di Agrigento. Nell’occhio del ciclone un uomo di circa 50 anni di origine romene accusato di aver ucciso un gattino per poi mangiarselo.

Canicattì, uccide un gatto per mangiarselo

Una notizia particolarmente drammatica quella che arriva dalla provincia di Agrigento. A finire nel mirino degli inquirenti è stato un uomo di circa 50 anni intercettato dalla polizia di Canicattì.

Una scoperta agghiacciante messa propriamente a punto dagli agenti, a cui era già giunta una segnalazione da parte di alcuni passanti, che hanno colto l’uomo in flagrante nel bel mezzo di un parcheggio di un supermercato locale.

Sviscerato con un coltello da sub

Gli agenti di polizia hanno di fatto iniziato ad insospettirsi quando hanno notato l’uomo gettare materiale al di sotto delle auto in sosta. Nello specifico, l’uomo aveva appena finito di uccidere un gatto, con l’aiuto di quella che si può considerare pienamente un’arma bianca, un coltello da sub. Con il coltello stava sviscerando per le vie di Canicattì un gattino che aveva trovato per la strada.

Dopo averlo ucciso, l’uomo con il coltello stava togliendo via l’interiora.

Denunciato anche ai Servizi sociali

Fermato dalla polizia all’uomo sono state chieste spiegazioni. Davanti alla domanda della polizia il 50enne avrebbe spiegato di aver ucciso il gatto nell’intento di sviscerarlo per poi mangiarlo. Perquisito, all’interno dello zaino che l’uomo portava con sé, è stata rinvenuta l’arma insanguinata e pezzi del gatto che il 50enne aveva riposto dentro.

L’ammissione è arrivata subito e l’uomo è stato denunciato: immediatamente è giunta anche ai veterinari del distretto Asp di Canicattì la segnalazione ma per il micio ormai non c’era davvero più nulla da fare per salvarlo.

Secondo quanto emerso da fonti siciliane, l’uomo in questione sarebbe un clochard del luogo che oltre ad essere stato denunciato è stato anche segnalato ai Servizi sociali sempre del medesimo Comune.