laura chiatti

A ricordare Pietro Coccia, dopo le parole ricche di emozione di Pierfrancesco Favino e di Mariagrazia Cucinotta, si aggiunge anche Laura Chiatti. L’attrice ha dedicato un post su Instagram al fotografo che ha immortalato tantissimi attori in festival importanti, come quello di Cannes, e che ieri è morto, forse per un malore causato da una malattia di cui soffriva da tempo.

Il ricordo commosso di Laura Chiatti

La notizia della morte di Pietro Coccia arrivata ieri come un fulmine a ciel sereno ha lasciato sconvolti tantissimi attori e, tra questi, c’è anche Laura Chiatti.

L’attrice ha voluto dedicare al fotografo un post su Instagram per dirgli addio, ma anche per celebrare il suo talento e, in particolare, la sua capacità di rappresentare il lato migliore dei protagonisti delle sue foto.

Laura Chiatti ha pubblicato uno scatto in cui il fotografo appare intento a svolgere il proprio lavoro accompagnandolo con una didascalia dalla quale emerge tutto il dolore sovvenuto in lei dopo la sua scomparsa: “Ciao amico mio… in ogni tua foto riuscivi a tirare fuori sempre il lato più bello di ognuno di noi, il più vero, il più romantico.

La tua amicizia, e il tuo sorriso, mi hanno sempre accompagnato nel mio percorso professionale, quando ero ancora una giovincella. Ti voglio bene. Fai buon viaggio“.

La morte di Pietro Coccia e il ricordo di Andrea Roncato

L’attore Andrea Roncato ha commentato il post di Laura Chiatti dedicato a Pietro Coccia, scrivendo un commento che svela come la scomparsa del fotografo rappresenti anche per lui un’enorme perdita: “Ti capisco Laura, certe persone non dovrebbero mai andarsene. Troppo grande il vuoto che lasciano“.

Tra le altre cose, anche l’attore ha commentato la morte del grande fotografo dedicandogli un post su Instagram.

Una foto in bianco e nero e una didascalia che racconta tutta la sofferenza suscitata in lui dalla scomparsa del fotografo delle star del cinema: “Mi mancherà la tua voce che mi chiama in mezzo a tutti gli altri fotografi. Mi mancherà la tua dolcezza, la tua gentilezza. Te ne sei andato in silenzio senza disturbare lasciandoci un grande vuoto nel cuore, per non farti dimenticare. Ciao caro Pietro“.