pietro tartaglione rosa perrotta

Saltano i fiori d’arancio di Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione. Nessuna lite disastrosa nella coppia, né si tratta di un caso alla “Mark Caltagirone”: La coppia ha deciso di posticipare la data della cerimonia per concentrarsi sull’arrivo imminente del primogenito della coppia, e dedicarsi all’ultima tappa di una gravidanza che ha dato qualche complicanza alla coppia.

Annuncio shock da Barbara D’Urso

A fare l’annuncio è la stessa Rosa Perrotta, che a Pomeriggio Cinque, nel salotto di Barbara D’Urso, è arrivata parlando di un annuncio shock: subito sono partite le scommesse (sarà incinta di due gemelli?

Il matrimonio c’è già stato?) ma la Perrotta ha subito eliminato ogni dubbio, spiegando che la notizia era semplice: non si sposa più. Nessuna tragedia, comunque: “Non mi sposo più, perché Pietro non esiste. (…) Questo è tutto frutto di roba virtuale, ti devi aggiornare Barbara, oggi ormai è così!” ha detto scherzando l’ex tronista di Uomini e Donne, riferendosi al caso di Mark Caltagirone.

Una gravidanza complicata

Poi, ha spiegato che la ragione dell’annullamento della cerimonia è che era necessario tutelare il bambino: “È stato posticipato perché mi sono resa conto che l’avrei fatto sull’altare questo bambino!

Diciamo che dall’inizio della gravidanza che c’era qualche problemino. Ci siamo messi un attimo in stand by, avevamo tutto pronto…”.

Alla base della preoccupazione della coppia ci sarebbe un problema con la gravidanza:Ho avuto qualche problemino io di placenta, quindi dopo i primi tre mesi il dottore ha detto ‘aspettiamo e vediamo come vanno le cose’. Fortunatamente si è sistemato, però io non sapevo come sarebbe andata, quindi se e qualora questa placenta fosse diventata una patologia – placenta breve ecc ecc – avrei dovuto passare gli ultimi due mesi a letto, a riposo”.

Insomma, una situazione non conciliabile con una gravidanza difficoltosa: Affrontare un matrimonio in queste condizioni non era il caso”.

Pietro Tartaglione, però, non sarebbe dell’idea di aspettare e quindi il matrimonio ci sarà comunque molto presto: “Settembre, ottobre, lo sai che ho Pietro che… chi lo tiene!”.