marco carta

La vicenda del furto alla Rinascente di cui inizialmente è stato accusato Marco Carta si arricchisce della testimonianza del padre di Fabiana Muscas, la donna di 53 anni che ha confessato di essere stata lei a rubare le 6 magliette del valore complessivo di 1.200 euro, mentre si trovava con il cantante, inizialmente arrestato per questo furto e poi rilasciato dopo la testimonianza della donna. Gesuino Muscas difende la figlia e non gli sembra possibile si sia macchiata di tale reato, per questo crede abbia confessato per coprire l’artista.

Le parole del padre di Fabiana Muscas

Amica di Marco Carta da molti anni, Fabiana Muscas ha confessato di essere stata lei a rubare alla Rinascente di Milano le 6 costose maglie da uomo che hanno fatto esplodere lo scandalo. L’infermiera 53enne è stata descritta dai colleghi come una persona onesta, ma a gettare ombre su di lei c’è l’albo degli infermieri della Sardegna che ha comunicato che la donna non vi risulterebbe iscritta, come riporta Il Corriere della sera. Se questo è vero, vorrebbe dire che la donna potrebbe essere accusata di esercitare in modo abusivo la professione.

In ogni caso, ora a parlare è suo padre, Gesuino Muscas ha 87 anni ed è sposato da 65, ha 3 figlie. Così a L’Unione Sarda, l’uomo ha parlato di sua figlia definendola “una ragazza riservata, onesta. Abita con noi, è in ferie e non è ancora rientrata“. La donna, a detta del padre, è molto amica di Marco Carta al punto da frequentarne “la sua casa, le sorelle“. Gesuino Muscas definisce la sua come una “famiglia di persone oneste e lavoratrici“, e non si spiega come sua figlia Fabiana possa aver compiuto questo furto. Per questo motivo, è convinto che sua figlia “si è presa la responsabilità per salvare lui” dall’accusa di furto.

Ombre sulla posizione di Marco Carta

L’avvocato di Marco Carta, Simone Ciro Giordano, respinge con forza l’idea che la donna si sia presa la responsabilità del furto delle maglie per evitare al cantante questa accusa: “Non so come faccia a dire che tutto è stato scaricato sulla figlia per salvare Carta. Lei ha confessato“. A gettare ombre sulla posizione di Marco Carta c’è però la testimonianza di una addetto alla sicurezza a raccolta da Il Giorno.

Le parole dell’uomo sembrerebbero quasi far intendere un coinvolgimento del cantante, anche indiretto. L’uomo avrebbe visto lui e Fabiana Muscas insieme e, mentre il cantante nel camerino provava le magliette passate una ad una dalla donna, poi lei gli avrebbe passato anche la borsa, pare, per riporle all’interno. Infine, la guardia giurata avrebbe visto i due dirigersi in bagno, dove sono state poi trovate le placchette antitaccheggio staccate dalle maglie.

Credits immagine in alto: Instagram Marco Carta