ruota di un'auto su strada

Dormivano da mesi in una piccola auto, in tre, due uomini e una donna, tutti disoccupati e senza speranze. Quella macchina ferma in via Pieroni, a Velletri, conteneva tanti racconti, e chissà quante lacrime. Ma il miracolo è arrivato quando un imprenditore ha incrociato la loro storia e ha deciso di dargli una nuova vita. Così, come riporta Il Messaggero, da qualche giorno hanno smesso di vivere stipati in un abitacolo e gli è stato offerto un lavoro.

La storia dei 3 disoccupati

I due uomini di 47 anni e la donna di 29 che vivevano dentro una macchina, a Velletri, avevano perso il lavoro da mesi.

Licenziati e senza via d’uscita da una spirale di disperazione e porte in faccia. Invece no, non è così che si chiude la loro storia, perché il cuore di un imprenditore del posto ha dato una svolta decisiva alla vicenda.

I tre si erano conosciuti nel comune limbo della disgrazia, e avevano deciso di condividere quell’angusto spazio per strada, insieme nella stessa sofferenza. I sostegni di contrasto alle estreme povertà hanno sempre un termine e non consentono una boccata d’ossigeno continuativa a chi ne ha bisogno. Per questo, dopo aver concluso il percorso nell’ambito dei progetti comunali di recupero, si sono ritrovati ancora in auto.

Nessuna soluzione vera.

Il gesto straordinario di un imprenditore

Sono passate oltre 24 ore, le prime sotto un vero tetto e un vero lavoro. A offrire una concreta possibilità di riscatto ai tre protagonisti di questa storia è stato un imprenditore del posto, Daniele Santini, noto ristoratore e titolare di un locale nel cuore della città.

La decisione di intervenire per aiutarli l’ho presa insieme a mio padre Francesco, mia madre Giuliana mio fratello Claudio e mia moglie Luisa – ha detto Santini al MessaggeroDa sempre la mia famiglia non si è mai tirata indietro quando si è trattato di poter tendere una mano.

L’ho fatto nella speranza che sia di buon esempio (…)“.