le due ragazze aggredite a londra melania e chris

Era un semplice appuntamento tra fidanzate quando, su un autobus a due piani a Londra, 4 uomini le hanno aggredite picchiandole ferocemente. Il motivo? Il fatto che siano lesbiche. Si apre con la notizia di un’orribile aggressione omofoba il mese di giugno, il “mese del Pride” in cui ci saranno manifestazioni un po’ ovunque in Europa. A denunciare la violenta aggressione subita da lei e dalla sua fidanzata Chris con un post su Facebook è stata l’hostess di 28 anni Melania Geymonat.

La vile aggressione omofoba

Melania Geymonat comincia il suo post scrivendo che si trovava con la sua fidanzata Chris, con cui aveva un appuntamento, su un autobus a due piani di Londra, lo scorso 29 maggio. Si baciano e improvvisamente vengono entrambe avvicinate da 4 uomini che “hanno iniziato a comportarsi come ‘hooligans’, chiedendoci di baciarci perché a loro sarebbe piaciuto guardarci, chiamandoci ‘lesbiche’ e mimando posizioni sessuali“.

Per tentare di calmare le acque, Melania inizia a scherzare, ma loro non smettono. Allora, la sua fidanzata Chris gli dice che non sta bene, sperando che in questo modo se ne vadano via. I 4 però non smettono di insultarle e aggredirle verbalmente, fino a quando non iniziano a lanciare loro monetine, ridendo, e chiamandole “scissors”, insulto pesante a sfondo sessuale che si riferisce al loro orientamento sessuale. I 4 iniziano così ad aggredirle fisicamente. Melania ricorda che a un certo punto la sua fidanzata Chris si trovava al centro del bus aggredita e picchiata da tutti e 4 gli uomini e, quando Melania si avvicina, vede il volto della sua ragazza ricoperto di sangue.

Nel tentativo di fermarli o quantomeno di difenderla, si avvicina anche lei viene presa a pugni in pieno volto. Alla vista del suo sangue, sviene, ma non ricorda se ha perso i sensi o meno. Improvvisamente, si rende conto però che l’autobus si è fermato e che c’è la polizia a cui lei e Chris raccontano tutto. Tra le altre cose, con loro non hanno più niente, perché i 4 aggressori le hanno anche derubate.

La denuncia di Melania

Melania Geymonat non riesce a non pensare dopo la vile aggressione omofoba subita insieme alla sua fidanzata che è “stanca di essere trattata come un oggetto sessuale, di scoprire che queste cose accadono spesso, di sapere di amici gay aggrediti solo per il loro orientamento sessuale“. Melania con amarezza scrive: “Dobbiamo resistere alle molestie verbali, alla violenza maschilista, misogena e omofoba, perché se ti difendi ti succedono cose come questa“. La decisione di denunciare questa orribile aggressione di cui sono state vittime lei e la sua ragazza è motivata anche dalla profonda speranza che le cose possano cambiare. Melania Geymonat ha scritto: “Mi auguro che a giungo, il mese del Pride, cose come queste possano essere raccontate apertamente, a voce alta, affinché non accadano più!“. Come riporta la CBS News, sulla terribile aggressione sta adesso indagando la polizia inglese.