Avrebbe abusato di loro per anni, approfittando della loro minore età e del fatto che fossero sue parenti. Avrebbe dovuto accudirle e proteggerle e invece ha rovinato la loro infanzia. È l’aberrante storia di un uomo di 71, residente a Fasano (Brindisi), che per 10 anni circa avrebbe abusato delle 3 nipoti (due di 10 anni e una di 14).

Le indagini hanno permesso di iscrivere l’uomo al registro delle indagini e di formalizzare per lui un accusa di violenza sessuale e abuso di relazioni domestiche.

Erano affidate ai nonni

Come accade in molte famiglie, anche in quella di queste 3 giovani ragazze i nonni erano la rete di sicurezza per i genitori, spessi impegnati nelle difficoltà del quotidiano. Le piccole venivano lasciate ai nonni, e in questi frangenti spesso a quanto pare avrebbero ricevuto aggressioni brevi e atroci: venivano colte di sorpresa quando la casa era vuota, quando nessuno avrebbe potuto aiutarle. Le ragazze hanno anche raccontato che, una volta diventate più grandi, la notte si chiudevano nella stanza per paura di un attacco da parte del nonno.

I racconti a scuola hanno allarmato le insegnanti

Le indagini sono iniziate quando le giovani, a scuola, hanno cominciato a parlare con le insegnanti che hanno raccolto le loro confidenze. Le piccole hanno raccontato che le molestie sarebbe ro cominciate nel 2009, quando le nipoti erano piccolissime, e si sarebbero protratte fino al 2019. Le ragazze hanno fornito agli inquirenti dei racconti lucidi, che facevano trasparire come tali comportamenti dell’anziano non potessero essere equivocabili con eccessi di affetto. A quanto pare le piccole avrebbero espresso disagio e difficoltà all’interno della dimensione scolastica, ma in famiglia nessuno aveva lanciato l’allarme.