volante della squadra mobile

La Polfer di Reggio Emilia lo aveva arrestato e su di lui pendeva l’accusa di violenza sessuale, ma il cittadino straniero che ha palpato il seno a una poliziotta e si è masturbato davanti a lei è tornato in libertà. Il giudice ha ritenuto di non dover convalidare il fermo perché il fatto sarebbe “di lieve entità”. Immediata la reazione del Sindacato autonomo di polizia (Sap), che attraverso le parole del segretario generale Stefano Paoloni esprime il totale dissenso per il rilascio. Dura presa di posizione anche da parte del vicepremier Matteo Salvini.

Palpeggia la poliziotta, il giudice lo libera

Sarebbe un 28enne finlandese l’uomo fermato dalla Polfer di Reggio Emilia e presunto autore di molestie sessuali nei confronti di una poliziotta in servizio.

Secondo quanto emerso, avrebbe palpato il seno all’agente e si sarebbe masturbato davanti a lei.

Poco dopo l’arresto con l’accusa di violenza sessuale, però, il giudice ne avrebbe disposto il rilascio perché, a suo avviso, il fatto sarebbe di lieve entità. A questa considerazione, che di fatto ha riaperto le porte verso la libertà al 28enne, si sarebbe sommata la constatazione che non avrebbe altri precedenti.

Incensurato e accusato di un episodio che, secondo la lettura del pm, non necessiterebbe di una misura cautelare in carcere: è questa la sintesi della vicenda che ha scaldato gli animi del Sap (Sindacato autonomo di polizia) e di Matteo Salvini.

La posizione del Sap

Il Sap si è espresso tramite il segretario generale Stefano Paoloni, e la posizione contraria alla decisione del giudice di Reggio Emilia è apparsa subito evidente.

Nonostante l’accusa gravissima e la presenza di una donna poliziotto oggetto di molestie – ha scritto Paoloni su Facebook – il soggetto è stato immediatamente rilasciato, poiché il giudice ha ritenuto il fatto di lieve entità. Può la violenza sessuale essere di lieve entità?

Inconcepibile!“.

Poche ore dopo la presa di posizione pubblica del sindacato, è arrivata un’altra comunicazione sul profilo del segretario generale Sap, in cui si è avanzata l’ipotesi di un’ispezione ministeriale in merito a quanto accaduto. Secondo Paoloni, la decisione di rilasciare il 28enne costituisce un grave precedente che assicura l’impunità per atti di questo tipo.

La reazione di Matteo Salvini

A stretto giro la reazione di Matteo Salvini, che ha affidato alla sua pagina Facebook un piccato commento sui fatti: “A Reggio Emilia uno straniero ha palpeggiato una poliziotta in divisa e poi s’è reso protagonista di atti osceni, ma è stato subito scarcerato perché il giudice ha ritenuto “tenue” l’accaduto“.

post di salvini su Facebook
Il post di Matteo Salvini su Facebook

Secondo il Sap, a carico del cittadino finlandese sarebbe stato emesso un decreto di allontanamento, ma il caso ha ormai assunto contorni di vaste proporzioni.