Scuola elementare (Immagine di repertorio)

Vanessa Crivelli, maestra elementare e madre di due figli, una di 14 anni e l’altro di 8, ha preso un’importante decisione per i bambini della comunità. Vuole fare di tutto per salvare la scuola elementare dove studia il figlio, che rischia la chiusura. Per fare ciò, è disposta a comprarla, nonostante la cifra astronomica richiesta delle “Suore della Carità”, proprietarie dell’immobile. La maestra Crivelli ha dato l’annuncio alla festa di fine anno scolastico. Succede tutto in Liguria, in provincia di Imperia. La scuola elementare è la Sant’Anna di Vallecrosia, aperta dal 1904.

O si compra, oppure la scuola chiude

Per più di un secolo, le “Suore della Carità” hanno gestito la scuola elementare Sant’Anna di Vallecrosia, poi hanno deciso di vendere l’immobile.

Nel 2018, in forma di protesta, genitori e alunni della scuola sono scesi in piazza a manifestare, dando vita ad un corteo. Ma le suore non si son mosse di un millimetro dalla loro decisione. O qualcuno compra l’immobile, oppure la scuola chiude. Il problema è che la cifra richiesta è milionaria. Ma una madre agguerrita sta al momento tentando il tutto per tutto per salvarla. Ho promesso a mio figlio che avrei salvato la sua scuola e lo farò”, ha affermato Vanessa Crivelli, stando a quanto riporta l’Ansa.

La grinta di una madre

Oltre alla notizia, l’Ansa comunica anche le parole della donna, che dimostrano tutta la sua grinta. “L’anno scorso mio figlio ha avuto un problema molto serio e mi ha chiesto di salvargli la scuola. Abbiamo lottato tutti insieme, ma varie vicissitudini mi hanno portato a intraprendere questo cammino da sola”. Ma questo non basta a farla desistere, e prosegue: “Non è facile, ma ho tante persone che mi affiancano e mi danno una mano. Le verifiche dovrebbero essere tutte ultimate. Per fine giugno mi auguro di potervi dare una risposta concreta: è più sì che no ma è tutto in mano alla banca”.

Nel giro di qualche settimana, dunque, si saprà qualche dettaglio in più sulla vicenda.