Cronaca

Napoli, 83enne infastidito dagli schiamazzi spara: un morto e due feriti

Ieri notte, a Napoli, un anziano non riusciva a dormire per gli schiamazzi e ha aperto il fuoco, uccidendo una persona e ferendone altre due
83enne spara e uccide un uomo infastidito dagli schiamazzi sotto casa (Immagine di repertorio)

Un 83enne, infastidito dagli schiamazzi notturni che gli impedivano di dormire, ieri notte ha sparato 5 colpi di pistola sotto casa sua. Il bilancio è di un morto e due feriti gravi. La vicenda è successa a Palma Campania, comune a est di Napoli. I Carabinieri hanno bloccato e arrestato il pensionato. La vittima, il titolare del bar sotto casa dell’83enne, è morta in ospedale per le gravi ferite. L’arrestato ha colpito anche la figlia e il genero del titolare del chiosco, che il 118 ha trasportato d’urgenza negli ospedali di Sarno e Nola. Le loro condizioni sarebbero preoccupanti.

L’anziano possedeva un vero e proprio arsenale

Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, l’uomo ha sparato dopo un’accesa discussione con i gestori del locale sotto la sua abitazione.

Il Mattino riferisce che l’anziano si è spesso lamentato in passato per gli schiamazzi sotto casa, ma nessuno si aspettava un epilogo così violento. Gli agenti hanno poi trovato l’aggressore nella sua abitazione, in stato di shock, e hanno sequestrato l’arma del delitto, regolarmente detenuta dall’anziano.

I Carabinieri hanno inoltre scoperto che l’83enne possedeva un vero arsenale. Cinque fucili, una pistola semiautomatica Beretta, una rivoltella Colt, la semiautomatica Guardian calibro 9 con cui ha sparato e quasi 300 munizioni di vario tipo. Tutte armi denunciate, ma sequestrate dai militari in maniera cautelare.

Gli schiamazzi sotto casa hanno portato l’uomo ad un folle gesto

La vittima della furia dell’83enne è Giuseppe Di Francesco, 67 anni. La prognosi della figlia, ferita dai 5 colpi di arma da fuoco esplosi ieri notte, è al momento riservata.

Dopo l’arresto, i Carabinieri della stazione di Palma Campania hanno portato l’anziano nel carcere di Poggioreale.

Un sabato sera di follia che è costato, per ora, una vita umana. In via Trieste, al piano terra si trova il bar-chalet del defunto Di Francesco, molto noto in città. Al primo piano l’abitazione dell’anziano arrestato, che infastidito dalla musica troppo alta e dagli schiamazzi è sceso in strada e in preda alla follia ha aperto il fuoco con la sua pistola. Sempre Il Mattino fa sapere che ora la comunità di Palma Campania è sconvolta dalla vicenda e dalla morte di un commerciante conosciuto e ben voluto.

Potrebbe interessarti