mohammed morsi in primo piano

Di questi minuti la notizia che Mohammed Morsi, l’ex presidente egiziano, è stato colto da un malore proprio mentre si trovava in udienza. Immediatamente soccorso, non c’è stato nulla da fare per l’ex presidente che è morto in Tribunale.

Morto in aula Mohammed Morsi

La notizia è appena stata battuta dall’Egitto che informa della morte dell’ex presidente Mohammed Morsi. L’ex presidente egiziano, 67enne, è stato colto da un malore mentre si trovava quest’oggi in Tribunale, in udienza. L’uomo è stato stroncato da un infarto proprio mentre assisteva all’udienza del processo per il quale era imputato di spionaggio. Secondo quanto riferito ai media dalle persone presenti in aula, Morsi si sarebbe accasciato a terra proprio al termine dell’udienza, colpito da un arresto cardiaco che l’ha ucciso.

Accusato di spionaggio, morto dopo il suo ultimo intervento

Precisamente era spionaggio a favore del movimento islamico palestinese di Hamas i capo di accusa per il quale Mohammed Morsi si trovava a processo e quest’oggi in udienza a Il Cairo. La morte è sopraggiunta proprio alla fine di quello che ad oggi è da considerarsi l’ultimo intervento dell’ex presidente egiziano che, poco prima, aveva chiesto e ricevuto parola dal giudice.

Nel corso della storia egiziana, il nome di Morsi segna indelebilmente il cambiamento, salito al potere dopo la rivoluzione di Piazza Tahir.

Al momento il corpo dell’ex presidente egiziano si trova tra le mani dei medici legali, in ospedale, che condurranno tutte le verifiche sulle cause della sua morte.

Secondo quanto riportato da AdnKronos, una fonte giudiziaria avrebbe così descritto gli ultimi momenti di vita di Morsi: “Ha parlato 20 minuti davanti al giudice, poi si è molto agitato ed è svenuto. È stato rapidamente trasportato in ospedale dove è morto“.

*immagine in alto: Mohammed Morsi. Fonte/ Wilson Dias/ABrCreative Commons Attribution (dimensioni modificate)