uomo e donna che camminano

Il meteo del weekend dal 21 al 23 giugno non riserva grandi sorprese da punto di vista delle temperature. Si assisterà a una nuova ondata di calore (la terza del mese di giugno) che manterrà le medie al di sopra della linea del periodo. L’intera Penisola sarà interessata da un intenso caldo africano, e dopo l’anticiclone Scipione ci si prepara ancora a una due giorni davvero bollente. Ma sarebbe soltanto un piccolo antipasto.

Temperature in aumento al Centro Sud

È sempre il Centro Sud il principale teatro del caldo africano in arrivo nei prossimi giorni. Le temperature toccheranno la soglia dei 40 gradi, ancora una volta, in quella che è la terza, grande ondata di calore del mese di giugno.

La colonnina di mercurio si attesterà su valori sempre più alti a partire dalla giornata di venerdì 21 giugno, quando l’aria rovente in risalita dall’Africa si farà sentire su alcune delle regioni italiane. Ad aprire le danze saranno la Sardegna, la Sicilia e poi la Calabria, la Puglia e la Campania.

È questo il primo effetto del ritorno in pista dell’Anticiclone africano, che aveva ceduto il passo, per una tregua di pochissimi giorni, al suo ‘collega’ delle Azzorre. Quest’ultimo ha portato a un lieve calo delle temperature che si dimenticherà in fretta, sotto i raggi del sole dei prossimi giorni.

In arrivo il caldo record

Centro Nord e Nord Italia saranno interessati da un caldo decisamente meno aggressivo ma comunque capace di far sentire la sua morsa. I valori delle temperature si attesteranno su una media tra 31 e 35 gradi, ma secondo le previsioni ci sarà ben poco di cui gioire.

In agguato, secondo gli esperti, l’ondata di calore record che sarebbe attesa per la prossima settimana. Tra lunedì 24 e giovedì 27 giugno, infatti, nelle regioni settentrionali si arriverebbe a un tetto storico di 44 gradi (nell’area padana).

Stando a questo scenario, il Sud potrebbe essere travolto da un’ulteriore impennata che farebbe schizzare la colonnina di mercurio fino alla soglia monstre dei 47 gradi (specialmente sulle Isole maggiori).