icone votive piene di droga

Non è la prima volta che la Guardia di Finanza si trova a fare i conti della cocaina nascosta nei luoghi più improbabili come, ad esempio, in alcune immagini sacre composte proprio di cocaina modellata. Questa volta però, quanto di più grave, la Guardia di Finanza che ha collaborato all’indagine condotta dalla Scico, ha sgominato un’organizzazione che per trasportare i stupefacenti si serviva di una piccola bimba di 11 anni.

L’indagine di Scico e Dirandro

Hanno fittamente collaborato la Scico – Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata italiana – la Dirandro, intelligence antidroga del Perù, per incastrare ben 12 persone, tutte a vario titolo coinvolte nella commercializzazione di stupefacenti che partivano dal Perù e che arrivavano direttamente a Milano Malpensa.

Gdf, blitz tra Pavia e Malpensa

I trafficanti, 10 persone di origine peruviana di cui 5 donne e 2 uomini italiani, agivano collaborando oltreoceano. Dal Perù veniva caricata la cocaina, a Milano Malpensa arrivava. Quello che però ha lasciato interdetti gli agenti della Guardia di Finanza è stata la tecnica adottata dal gruppo di narcotrafficanti che per trasportare insospettabili la droga via aereo si sono serviti anche di un’inconsapevole bambina di 11 anni. La piccola infatti, è stata messa in aereo in qualità di minore non accompagnata.

Una bimba di 11 anni come corriere di cocaina

Con lei viaggiava anche il suo zainetto all’interno del quale però i narcotrafficanti avevano accuratamente nascosto ben 2 kg di cocaina. Nello specifico, i trafficanti avevano nascosto lo stupefacente all’interno del telaio di numerose icone votive e all’interno di diversi quadretti raffiguranti santi.

Arrestate 12 persone: 10 peruviani, 2 italiani

La madre della piccola così come la bambina non erano consapevoli di essere, involontariamente, corrieri della droga. Da tempo la Scico e la Dirandro, sotto il coordinamento della Direzione centrale per i Servizi antidroga del ministero dell’Interno, seguivano i movimenti dei narcotrafficanti attraverso un’indagine particolarmente dettagliata e frutto della collaborazione tra forze italiane e peruviane.

Un’indagine che ha avuto per oggetto droga per lo più purissima, sempre più richiesta nel mercato milanese. Grazie alla Guardia di Finanza di Pavia che ha scrupolosamente sorvegliato l’intero iter dei trafficanti è potuto scattare il sequestro nonché l’arresto di 12 persone.

*immagine in alto: Fonte/Guardia di Finanza