Vai al contenuto

Nessuna procedura d’infrazione verso l’Italia: l’Europa approva i conti pubblici italiani

Pubblicato: 03/07/2019 14:49

Crollo della tensione sulla questione conti pubblici: la Commissione Europea ha dato il suo ok alle cifre italiane relative al 2019 e non ci sarà dunque alcuna procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia.

Pare che siano state fondamentali, per un esito positivo della decisione, le decisioni prese sul fronte economico nel corso dell’ultimo consiglio dei ministri.

Apprezzata la “buona volontà” italiana

Le fonti di Bruxelles de Il Sole 24 Ore confermerebbero che sarebbe stata approvata la tendenza positiva dell’Italia, nonché la scelta di prendere decisioni che dimostrassero l’esistenza di una “buona volontà” da parte del governo.

Moscovici, Commissario agli affari economici, ha dichiarato el palesare la decisione europea: “Dovevamo compensare lo scarto per il 2018, quello del 2019 dello 0,3% e ottenere garanzie sul bilancio 2020. Il Governo ha approvato un pacchetto che risponde alle nostre tre condizioni e quindi la procedura per debito non è più giustificata”.

La procedura d’infrazione avrebbe portato pesanti conseguenze all’Italia e per più di un mese la possibilità di un provvedimento di questo tipo ha rappresentato un’ipotesi temibile.

Continua a leggere su TheSocialPost.it