Vai al contenuto

Nocera, bimba di 8 mesi morta per maltrattamenti: arrestata anche la madre

Pubblicato: 05/07/2019 18:07

Sul corpo della piccola Jolanda Passariello, la bimba di 8 mesi morta prima di arrivare all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, erano stati ritrovati dei segni di maltrattamenti molto evidenti che avevano da subito gettato ombre sui genitori della piccola. Dopo l’incarcerazione del padre della bambina, lo scorso 23 giugno, che si trova accusato di omicidio volontario aggravato e maltrattamenti, oggi è stata arrestata anche la madre, Immacolata Monti, accusata di concorso in omicidio e che da alcune intercettazioni sembrava essere coinvolta nell’infanticidio.

Arrestata la madre della bimba di 8 mesi

La bimba di 8 mesi è morta nella notte tra il 21 e il 22 giugno ancora prima di arrivare all’ospedale Umberto I di Nocera dalla casa in cui viveva con i genitori in un paesino in provincia di Salerno, a Sant’Egidio del Monte Albino. Come riporta Rainews, il decesso della piccola Jolanda Passariello è stato attribuito dal medico legale ai maltrattamenti di cui era stata vittima, ripetutamente, da parte dei genitori e, forse, anche al tentativo di soffocarla.

Dopo l’arresto convalidato lo scorso 28 giugno per il padre della bambina, Giuseppe Passariello, identificato dai vicini di casa come un uomo violento che spesso picchiava la moglie e anche i figli – la piccola Jolanda aveva anche un fratellino di appena 2 anni – e accusato di omicidio volontario aggravato e maltrattamenti, è arrivata la notizia dell’arresto anche della madre della piccola, Immacolata Monti che si trova accusata di concorso in omicidio. La donna è stata messa in manette dagli agenti della Squadra Mobile di Salerno e trasferita nel carcere della città.

L’omicidio lo abbiamo fatto

Quando era stato convalidato l’arresto del padre della bimba di 8 mesi morta a causa dei maltrattamenti dei genitori, come riporta La Città di Salerno, erano emerse delle terribili intercettazioni raccolte dalle cimici collocate in una stanza del commissariato di Nocera Inferiore in cui i due genitori di Jolanda Passariello attendevano di essere sentiti.

I due sono stati registrati mentre parlavano per accordarsi su cosa dire agli inquirenti e la posizione di Immacolata Monti, che aveva inizialmente accusato il marito di essere stato lui a maltrattare la piccola Jolanda, ne usciva compromessa. Si sentiva la donna dire, tra le altre cose: “L’omicidio lo abbiamo fatto“.

Continua a leggere su TheSocialPost.it