Lo skipper salernitano Rocco Acocella è attualmente disperso nell'oceano Atlantico (Foto Facebook Rocco Roverandom)

Proseguono incessanti le ricerche dello skipper salernitano Rocco Acocella, di 32 anni. Il 17 giugno scorso, il velista Acocella è partito a bordo del suo trimarano Trinavis da Saint Martin, isola delle Piccole Antille nel Mar dei Caraibi. Non è mai arrivato alla destinazione prefissata, ossia il porto di Barranquilla, in Colombia. Dal 29 giugno è scomparso, lasciando sgomenta la sua famiglia, che ha immediatamente allertato la Farnesina. Nelle ultime ore si apprende da Fanpage che lo skipper avrebbe lanciato un segnale d’emergenza la sera del 22 giugno. Non c’è tempo da perdere, e questo lo sanno bene sia le autorità che i familiari, che hanno lanciato un appello sui social.

Lo skipper doveva arrivare in Colombia più di una settimana fa

Rocco Acocella è salpato il 17 giugno con il suo trimarano di 8 metri dall’isola di Saint Martin. Sarebbe dovuto arrivare in Colombia tra il 28 e il 29 giugno, ma al momento risulta disperso nell’Atlantico. 5 nazioni sono impegnate, in collaborazione con le ambasciate italiane, nelle ricerche del giovane skipper, che non è alla sua prima traversata in mezzo all’oceano. Dal porto colombiano di Barranquilla avrebbe dovuto raggiungere l’Ecuador, per fare da guida turistica. Il ragazzo infatti, data la sua comprovata esperienza, è richiesto in tutto il mondo per questo genere di lavori.

Qualcosa deve però essere andata storta, ma ancora non sappiamo cosa sia successo. Fanpage ha diffuso la notizia che il 22 giugno, alle ore 19.31, un dispositivo PLB1 dalla sua imbarcazione ha lanciato un SOS. Le coordinate rilevate sono 13° 18′ 9″ N 71° 50′ 1″O, non lontano dalle Antille Olandesi.

Acocella è un esperto navigatore, ha già compiuto diverse traversate oceaniche

Il segnale di emergenza e le coordinate potrebbero rivelarsi utili per restringere la vasta area interessata. Le autorità marittime di Colombia, Costarica, Nicaragua, Panama e Venezuela sono impegnate nella ricerca dello skipper, che ha avuto l’ultimo contatto con la famiglia il 17 giugno, giorno della sua partenza.

La madre, rivela Fanpage, è l’ultima ad averci parlato, assicurando l’esperienza e la prudenza del figlio. “Solare e molto esperto, con elevate competenze nautiche, molto sportivo, sicuramente non avventato o sprovveduto. La Farnesina, prosegue Fanpage, non ha al momento informazioni ulteriori. Si spera che questo SOS serva a ritrovarlo il prima possibile, per trarlo in salvo da qualsiasi problema ci sia stato durante la navigazione. L’ultima volta ha attraversato l’Atlantico insieme alla fidanzata tedesca, partendo dal Portogallo per arrivare a Saint Martin. Lo skipper Acocella è stato inoltre attivista di Greenpeace, e possiede brevetti e competenze nautiche di ogni tipo.