uno dei cani adottabili a mineo e il ministro salvini

L’appello che arriva da Mineo, qualora non si trovasse una soluzione, anticiperebbe una vera emergenza. A lanciarlo è il Comune in provincia di Catania, per voce del sindaco Giuseppe Mistretta che chiede aiuto a Salvini all’indomani della chiusura del centro Cara di Mineo.

Chiude Cara di Mineo, l’appello per 110 cani

Il centro migranti Cara di Mineo è stato definitivamente chiuso, del tutto sgomberato. Se però i migranti non ci sono più, con grande felicità di Salvini che su Twitter così ha commentato i fatti: “Sul CARA di Mineo siamo passati dalle parole ai fatti. Nel 2017 avevo dormito in una delle casette che ospitavano gli immigrati, con tanto di aria condizionata e parabola per la tivù, e avevo promesso che sarei tornato per chiuderlo definitivamente“, permangono degli ospiti all’interno del centro: circa 110 cani.



L’appello del comune per trovare una casa ai cani

Da sempre infatti i cani sono stati ospiti del centro, vivendo liberi, abituati alle persone e per questo particolarmente docili. Un centinaio di cani che però il prossimo 31 agosto, qualora non trovassero una casa, dovrebbero forzatamente lasciare lo scheletro dell’ormai ex centro d’accoglienza migranti e l’ipotesi di farli ospitare tutti all’interno del canile non risulta essere economicamente possibile. “Abbiamo bisogno di evitare il loro ricovero nei canili, sono abituati alla libertà e al contatto umano“, sono le parole scritte su Facebook dal sindaco di Mineo, Giuseppe Mistretta.



L’appello di Salvini: “Abbiamo bisogno di voi

Le prospettive future sono preoccupanti: condannarli ad una vita in canile o ancora peggio, abbandonarli. E proprio a Salvini è arrivata voce dell’appello del sindaco del Comune di Mineo. Il ministro dell’Interno italiano sempre sulla pagina Twitter ha voluto così discorrere sul tema: “Amici abbiamo bisogno di voi! – le parole di Salvini in un video postato su Twitter117 cani sono gli ultimi ospiti del CARA di Mineo che come promesso ieri abbiamo chiuso, risparmiando un sacco di soldi. Entro il 31 agosto questi amici devono trovare una nuova casa“.


Si cerca dunque una soluzione per i fedeli amici a 4 zampe, famiglie che possano essere disposte se non proprio ad aprire le porte della propria casa, che siano almeno propense ad aiutare economicamente a mantenerli anche a distanza. “Vi chiediamo un gesto nobile e di solidarietà, l’adozione o l’affido, diamo loro una seconda possibilità, quella di trovare una nuova casa ed una nuova famiglia. I “Teneroni” sono tutti microchippati e sterilizzati cercano solo cure ed affetto“.


Scoppia la polemica, Don Ciotti: “E gli uomini no?”

L’appello del sindaco Mistretta, a cui si è aggiunto quello di Salvini però, è diventato in queste ore argomento di dibattito. I cani di Cara di Mineo sono diventati tema di scontro politico e l’appello di Salvini è stato preso di mira da parte dell’opposizione. Il commento più forte è arrivato, come riportato da La Repubblica, da Don Luigi Ciotti: “Prima la Madonna e i Santi, ora i cani che, per carità, sono creature e meritano grande rispetto. E gli uomini no? Mi piacerebbe lo stesso rispetto verso le persone, umiliate nella loro dignità”.


Parole che arrivate all’orecchio di Matteo Salvini, hanno trovato risposta: “Provo ad aiutare 117 cani abbandonati? Alla sinistra non va bene neanche questo, roba da matti“.

Contatti per chiunque volesse avanzare richiesta di adozione

Intanto, qualora qualcuno volesse avere più ragguagli circa l’adozione degli amici a 4 zampe ancora a Cara di Mineo, riportiamo qui gli indirizzi e i numeri diffusi dal Comune del personale a cui rivolgersi. Per avanzare richiesta di adozione telefonare al n° 0933 989080 ( Dal lunedì al venerdì, ore 9-12, giovedì 9,00-12,00 e 16,00-18,00); inviare una richiesta via mail, con oggetto “Adozione Cani”, all’indirizzo – protocollo@comune.mineo.ct.it – indicando le vostre generalità e informazione di contatto; recandosi presso il Comune di Mineo, stanza n°10, negli orari sopra indicati. È possibile, sempre sul sito del Comune di Mineo anche scaricare il modulo per la richiesta d’adozione. Come sottolinea il comune, il modulo va compilato e sottoscritto, può essere consegnato direttamente, oppure inviato con PEC, all’indirizzo – protocollo@pec.comunemineo.telecompost.it – allegando un documento di riconoscimento in corso di validità.

*immagine in alto: a sx uno dei cani di Cara di Mineo. Fonte/Comune di Mineo