Francesco Cassardo

L’alpinista Francesco Cassardo, vittima di un incidente su una parete del Gasherbrum VII, in Pakistan, è stato recuperato. Un elicottero lo ha prelevato dopo quasi due giorni bloccato sul massiccio del Karakorum, in una vetta alta 6.955 metri. Scalata la montagna con l’alpinista Cala Cimenti, è rimasto ferito durante la discesa con gli sci e non ha potuto proseguire autonomamente. La macchina dei soccorsi era stata attivata sabato scorso, e il successo delle operazioni è stato possibile grazie al coraggio di alcuni scalatori.

Salvato Francesco Cassardo

Francesco Cassardo, medico 30enne di Rivoli (Torino) con la passione per l’alpinismo, è stata recuperato dopo l’incidente in Pakistan che ha tenuto tutti con il fiato sospeso.

La missione di salvataggio non è stata semplice e ha richiesto due giorni di sforzi per raggiungere l’alpinista, poi trasportato alla città di Skardu in elicottero.

Cassardo era insieme al compagno di cordata Cala Cimenti, entrambi raggiunti da un altro gruppo di alpinisti che si sono occupati di trasferire il ferito più a valle.

Agostino Da Polenza, alpinista e membro del comitato Ev-K2-Cnr, ha parlato all’Ansa riferendo che le condizioni di Cassardo sono ancora in fase di accertamento.

La missione di salvataggio

Francesco è sull’elicottero verso Skardu. Cala scende a piedi!

Grazie mille a tutti, grazie di cuore!“: sono queste le prime parole dopo il salvataggio di Francesco Cassardo, pubblicate sulla pagina Facebook di Cala Cimenti, suo compagno di cordata.

È stato proprio Cimenti a stare accanto a lui per tutta la notte, dopo la caduta lungo una parete del monte Gashrbrum VII, in Pakistan. La coppia di scalatori è stata poi raggiunta da altri 4 alpinisti, il cui contributo si è rivelato decisivo per accelerare le fasi di prelievo dell’italiano: il russo Denis Urubko, il canadese Don Bowie e due polacchi.

Immobilizzato su una slitta improvvisata, Cassardo è stato trasportato al campo base avanzato in attesa del volo messo a disposizione dalle autorità locali per il trasferimento in ospedale.

Le condizioni dell’alpinista

In merito alle condizioni di Francesco Cassardo ora c’è da aspettare l’esito degli esami condotti in ospedale. Il medico 30enne avrebbe riportato ferite alla testa e alla gamba durante la caduta, precipitando per circa 500 metri.

È rimasto vigile per tutte le fasi successive all’incidente, compreso il trasferimento a una quota di circa 1000 metri più in basso, al Campo 1, dove gli alpinisti lo hanno portato in attesa dei soccorsi.

Si dovranno attendere tutti gli accertamenti prima di avere un quadro certo della situazione, ma il peggio può dirsi scongiurato. Tra i coordinatori dei soccorsi anche Marco Confortola, alpinista valtellinese che, dal campo base posto a 5200 metri, ha fornito al pilota preziose indicazioni per raggiungere Cassardo.

*immagine in alto: fonte/Facebook FraCassa – Peaks Doc, dimensioni modificate