Cronaca

Patto Torino-Milano: mobilità, turismo e il treno ultraveloce Hyperloop

Nel corso di un incontro a Novara, i sindaci di Torino e Milano, Chiara Appendino e Giuseppe Sala, hanno tratteggiato le linee di un accordo fra le due città in tema di mobilità e turismo. Al centro del discorso, l’analisi del progetto Hyperloop, un treno in grado di muoversi ad una velocità di 1200 chilometri all’ora e di collegare Torino e Milano in meno di 10 minuti
sala e appendino durante una conferenza

I sindaci di Torino e Milano, Chiara Appendino e Giuseppe Sala, si sono incontrati la scorsa settimana a metà strada, in un ristorante di Novara. Tema dell’incontro i rapporti tra le due città, all’indomani dell’assegnazione delle Olimpiadi invernali del 2026 a Milano e Cortina, che tante polemiche ha creato nei mesi passati.

L’obiettivo, come illustrato in un comunicato congiunto, è la collaborazione tra le due città per quanto riguarda mobilità e promozione del turismo, con una particolare attenzione alle nuove tecnologie. Il discorso è stato anche incentrato sull’analisi del progetto Hyperloop, il treno ad altissima velocità che sarebbe in grado di collegare Torino e Milano in meno di 10 minuti.

Torino-Milano a 1200 chilometri all’ora

Stiamo parlando di futuro – ha precisato Sala a La Repubblicanon si può dire quando sarà realtà, ma ha senso provare a studiarci insieme“. L’Hyperloop è un progetto che mira al trasporto dei passeggeri utilizzando apposite capsule di nuova generazione, sospinte all’interno di tubi a bassa pressione. Il bassissimo attrito consentirebbe a questi “vagoni” ipertecnologici di muoversi su un vero e proprio cuscino d’aria, raggiungendo velocità fino ad ora impensabili.

Secondo le stime dei costruttori, sarebbe possibile raggiungere i 1200 chilometri all’ora, un dato che permetterebbe di coprire la tratta tra il capoluogo piemontese e quello lombardo in circa 7 minuti.

L’incontro con Gabriele “Bibop” Gresta

L’idea dell’Hyperloop era stata proposta qualche anno fa da Elon Musk, il fondatore di Tesla. Da allora varie compagnie in tutto il mondo hanno portato avanti il progetto e cercato finanziatori. Le due aziende attualmente più importanti sono forse la Hyperloop One e la Hyperloop Transportation Technologies che, sebbene abbiano nomi simili, non devono essere confuse.

Mentre la prima fa parte della galassia Virgin, dell’imprenditore britannico Richard Branson, la seconda è stata co-fondata dall’italianissimo Gabriele “Bibop” Gresta, che proprio alla fine di giugno ha incontrato Chiara Appendino in occasione della Tech Week.

Un programma congiunto su mobilità e turismo

Le sperimentazioni in corso in varie parti del mondo dovranno chiarire se e quando un simile progetto potrà essere realizzato, magari anche in Italia.

Intanto i sindaci di Torino e Milano concordano su un punto, cioè che il futuro delle due città passerà anche attraverso una gestione intelligente di mobilità e turismo, portato da eventi come le Olimpiadi o le Atp Finals di tennis: “Vale la pena fare un programma congiunto che mette insieme le qualità delle due città e i due grandi eventi – ha dichiarato Giuseppe Sala – e promuoverle insieme nei vari continenti del mondo“.

Potrebbe interessarti