Federica Pellegrini Instagram

Federica Pellegrini è riuscita in un’altra delle sue imprese. La campionessa ha vinto ieri il suo quarto oro nei 200 metri stile libero ai mondiali di nuoto di Gwangju. Dopo poche ore ha raccontato le emozioni vissute durante la gara e il sogno per il futuro.

Quarto oro mondiale nei 200 metri stile libero per Federica Pellegrini

È un fiume in piena Federica Pellegrini, straripa di gioia, a poche ore dal suo quarto oro mondiale nei 200 metri stile libero vinto ieri. Il racconto dell’emozionante giornata di ieri è stato ripreso da moltissime testate nazionali, tra le quali anche Vanity Fair.

La campionessa ha lasciato la piscina della gara verso l’una di notte, ora coreana, dopo interviste e antidoping. Ha pubblicato sulla sua pagina Instagram la foto con la meritata medaglia, che, immediatamente, ha ricevuto migliaia di commenti di ammirazione e felicità. Molte persone si sono congratulate con la Divina, tra queste, una in particolare ha reso molto felice Federica.

Visualizza questo post su Instagram

AMORE ❤️

Un post condiviso da Federica Pellegrini (@kikkafede88) in data:

La Pellegrini ha cenato ed è subito andata a letto, senza, però, riuscire ad addormentarsi così si è messa a guardare la gara appena conclusa. “Stanotte avrò rivisto la mia gara 40 volte. Non mi era mai successo, ma mi sono proprio piaciuta e sono strafelice che tra i commenti ricevuti sui social ci sia anche quello di Micheal Phelps“.

Poche ore di sonno e di nuovo in vasca

È instancabile Federica Pellegrini che, nonostante abbia riposato solo poche ore, è immediatamente tornata in vasca per le batterie dei 100 stile libero. “Non ho mai avuto tanti dolori in via mia“, ha raccontato al risveglio la campionessa, che ha aggiunto: “È come se avessi fatto un after fino a stamattina“. In questa gara, purtroppo, non si è qualificata ed è stata eliminata, ma l’importante è aver raggiunto comunque la medaglia d’oro alla soglia dei suoi 31 anni che compirà il prossimo 5 agosto.

Ha poi raccontato l’emozione del podio di ieri, con le tre generazioni a confronto che hanno vinto: “Alla premiazione eravamo tre generazioni a confronto. Io degli anni ottanta, Sjoestrom dei novanta e Titmus del 2000“. Quest’ultimo “mi ha detto che quando partecipavo alle Olimpiadi di Atene aveva 3 anni“.

La medaglia di ieri è dovuta a un grande impegno e a un duro allenamento ma anche ad alcune accortezze: “Quest’anno è stato tutto lineare e penso sia stato giusto arrivare a Gwangju solo tre giorni prima dell’inizio senza subire fuso orario. In prossimità delle gare si sta bene su un cucuzzolo di un monte evitando il superfluo“. La campionessa ha detto fiera di sé: “La medaglia di Budapest è stata più sofferta e voluta. Credevo sarebbe stato l’ultimo mondiale e di non riuscire a tornare a quei livelli. Questa medaglia la metto tra le mie prime“. C’è un segreto del successo che la Pellegrini ha voluto svelare: “La chiave di tutto penso sia che mi piace ciò che faccio. Nelle ultime stagioni sicuramente ho nuotato più per me che per gli altri e quest’anno avevo deciso di nuotare bene i 200. Non di andare al mondiale a fare il bagno“.

Obiettivi futuri

Adesso Federica si è posta degli obiettivi futuri, alcuni nell’immediato, altri un po’ più a lungo termine: “Le motivazioni per restare sempre in alto le trovi dentro di te ponendoti degli obiettivi che sicuramente cambiano nel corso degli anni“. Dopo tanto parlare delle sue passate storie d’amore, la Pellegrini desidera solo una cosa: “Il prossimo è cercare di avere una famiglia bella come quella che ho tra un paio di anni, ma il più imminente è tornare a casa dalla mia Vanessa. L’ho salutata in aeroporto. L’ho lasciata in braccio a mamma e appena salita in aereo ho visto un film: era Dumbo e mi sono messa a piangere“.

Immagine in evidenza: Federica Pellegrini ai mondiali di Gwangju. Fonte: Instagram