harry e meghan mentre passeggiano nella folla

Harry e Meghan sono di nuovo sulla bocca di tutti. Questa volta per una serie di regole in ambito privacy che i duchi di Sussex avrebbero imposto ai vicini di casa. Le rigide imposizioni reali, però, lasciano i sudditi letteralmente stupefatti e indignati.

Il trasferimento al Frogmore Cottage

Il principe Harry e la consorte americana Meghan hanno lasciato Kensington Palace per trasferirsi fuori Londra al Frogmore Cottage, all’interno della proprietà di Windsor. Il Cottage reale sarebbe disposto su due piani e avrebbe ben 10 stanze, la palestra, una zona per lo yoga e ovviamente una nursery per il piccolo Archie.

Fin qui nulla di strano se non fosse che la coppia avrebbe impartito una serie di regole di comportamento per evitare scomodi inconvenienti con i vicini.

La lista di regole imposte ai vicini

Pare che Lady Markle sia alquanto ossessionata dalla propria privacy, il battesimo del figlio in forma privata ne è stata una prova lampante. Molto meno del principe Harry, senz’altro più abituato a gestire la propria fama nonché quella della propria famiglia.

Ad ogni modo, il quotidiano inglese The Sun ha rivelato l‘esistenza di una lista di rigide regole comportamentali che i residenti di Windsor dovrebbero rispettare per evitare spiacevoli conseguenze: “Non avvicinare o approcciare conversazioni con la coppia, rispondere buongiorno solo se la coppia saluta per prima, non accarezzare i loro cani anche se questi si avvicinano, non chiedere di portare a spasso i cani, non chiedere di vedere Archie o di offrirsi come babysitter e non spedire alcuna lettera tramite la casella postale di Frogmore Cottage“.

Inutile negare la sorpresa dei vicini di casa, da sempre molto rispettosi nei confronti dei reali.

Un residente afferma, sempre al The Sun: “È stupefacente. Non ho mai sentito una cosa del genere. Tutti quelli che vivono nella proprietà lavorano per loro e sanno come comportarsi in modo rispettoso, nemmeno la regina ha mai chiesto tanto. È sempre stata felice che la gente la saluti“.

Sarà davvero cosi?

Al fine di porre rimedio alle lamentele nate in seguito ad una riunione tra gli abitanti di Windsor, il portavoce di Buckingham Palace è intervenuto smentendo la responsabilità dei duchi e specificando come la loro trasmissione sia da attribuire ad un ufficiale di palazzo eccessivamente protettivo.

Sarà davvero cosi?