trevor e melanie

Lei è affetta da spina bifida, lui è cieco a causa di un glaucoma, ma per Melanie Knecht, 29 anni, e Trevor Hahn, 42, questo non ha rappresentato un problema. Insieme riescono a esplorare i luoghi più inaccessibili del Colorado, aiutandosi in maniera complementare: “Sembrava semplicemente una cosa sensata – ha raccontato Melanie a Good Morning AmericaLui ha le gambe, io gli occhi… boom! Insieme siamo il dream team”.

Sinergia vincente

I due si sono conosciuti durante alcune attività sportive, dedicate a persone diversamente abili. Mai come nel loro caso questa definizione risulta corretta, perché fin da subito hanno capito che l’amore per la vita all’aria aperta e i paesaggi incontaminati poteva consentirgli di raggiungere grandi traguardi.

Da qui è nata l’idea di fare escursioni nelle zone più belle del Colorado, con Melanie, che non può camminare da quando è nata, portata in spalla da Trevor: “Descrivo tutto ciò che vedo in modo che Trevor sappia esattamente come muoversi”, ha spiegato la ragazza.

Visualizza questo post su Instagram

✨GIVEAWAY✨ In ONLY 10 DAYS we are joining @arcteryxdenver and @theladyalliance at the Women's Empowerment Tour – Denver Edition for an evening of inspiration! We are one of 5 incredible speakers sharing stories of grit, determination, overcoming obstacles, facing fears, and self-love. We have a couple extra tickets, so we are hosting a giveaway! WIN A FREE TICKET by ✅liking this post, and ✅tagging someone local who would love this event! Tag as many people as you would like for more entries! Winner will be notified by Instagram message at 2 pm June 25! Happy Trails!??? (Image description: Trevor and Melanie with Melanie’s black lab service dog, smiling on a winding trail surrounded by pine trees)

Un post condiviso da Trevor & Melanie (@hiking_with_sight) in data:

Una tecnica efficace

La tecnica sembra funzionare particolarmente bene, consentendo alla coppia di evitare gli ostacoli posti su sentieri anche molto difficili.

Trevor, del resto, era abituato a queste sfide, perché si occupava di arrampicate in montagna fin da piccolo.

Dopo aver perso la vista, non ha mai abbandonato del tutto la sua passione, continuando a fare trekking con l’aiuto di altre persone. L’incontro con Melanie gli ha però donato nuovi stimoli e a chi chiede quale sia il loro segreto, l’uomo risponde con disarmante semplicità: “Andiamo piano e facciamo tante pause, ma è tutto ciò di cui abbiamo bisogno”.

L’obiettivo potrebbe essere il monte Elbert

Il loro prossimo obiettivo dichiarato è quello di scalare un 4mila, magari anche il monte Elbert, che con i suoi 4401 metri è il picco più alto del Colorado.

Il traguardo più bello, però, rimane la consapevolezza di aver abbattuto tante barriere: “Sono stata su una sedia a rotelle per tutta la mia vita – ammette Melanie – è una sensazione straordinaria avere dietro alle spalle chilometri di strada. Non avrei mai potuto farlo neanche volendo”.

*immagine in alto: fonte/Instagram hiking_with_sight (dimensioni modificate)