canad air sull'acqua

Notte all’insegna dell’apprensione per Monreale, Palermo e dintorni, un vasto incendio ha tenuto in scacco tutta la zona terrorizzando gli abitanti. Diverse persone sono state evacuate dalle loro case, dopo un’estenuante lotta contro il tempo i vigili del fuoco sono riusciti a domare le fiamme e ora si contano i danni.

Monreale brucia

Sui social è un susseguirsi di immagini e video dell’impressionante incendio che sovrasta Palermo. Le fiamme si sono sviluppate nella zona di Monte Caputo sopra Monreale e Monte Grifone. Nella serata di ieri sono state attivate le procedure di evacuazione di 20 famiglie, un totale di 80 persone, residenti nella frazione di San Martino delle scale.

Altre famiglie sono state evacuate anche dalla zona detta del Castellaccio. 

Danni ingenti

Non sono stati segnalati feriti, a riportare danni sono stati gli ettari boschivi della zona andati in fumo. Al momento non è possibile fare una stima precisa dei danni, i rilievi sono ancora in corso. Sono centinaia gli ettari di macchia mediterranea che  non ci sono più come anche alcune abitazioni della frazione di San Martino. I vigili del fuoco hanno lavorato ininterrottamente tutta la notte con l’ausilio di Canadair per spegnere le fiamme che sono state domate quasi del tutto.

Il fuoco è stato alimentato da forte vento che sferzava sulla zona. 

Oltre alla vegetazione e ad alcune case, sono stati riscontrati anche danni alla rete elettrica, telefonica e idrica in tutta la zona 

Famiglie ospitate nelle scuole

Nella città di Monreale sono state adottate misure estreme, il sindaco, Alberto Arcidiacono, ha deciso di aprire le scuole per ospitare le famiglie evacuate dalle loro abitazioni. Ai microfoni di SkyTg 24 ha ricordato quanto accaduto ieri: “È stata una giornata apocalittica” e poi ha aggiunto che  “Oggi hanno fatto rientro a casa, abbiamo riscontrato danneggiamenti a due unità abitatitivi e diverse auto”.

 

Incendi dolosi

AGGIORNAMENTO DELLE 15- Secondo quanto riferito dal dirigente del corpo forestale della Regione Sicilia, Filippo Principato: “Gli incendi di Monreale e San Martino delle Scale sono certamente dolosi. Sono stati trovati quattro punti di fuoco distanti tra loro”. Il dirigente del corpo forestale ha specificato che quattro inneschi così ravvicinati a Palermo, e partiti allo stesso momento, sono da considerarsi sospetti “Alla luce di quanto stiamo accertando, pare possa esserci stata una regia”.