toni morrison e barack obama

Triste giornata per i lettori che nella giornata di oggi devono fare i conti con la morte di Toni Morrison, pseudonimo della scrittrice statunitense afroamericana Chloe Anthony Wofford. L’annuncio dell’editore del premio Nobel: “Siamo profondamente tristi“.

Morta a 88 anni Toni Morrison

Un giorno di lutto per il mondo della letteratura mondiale. Si è spenta all’età di 88 anni il premio Nobel per la letteratura, titolo portato a casa nel 1993, Toni Morrison. La scrittrice, laureata nel ’53 in Letteratura inglese, diede alla luce il suo primo romanzo nel 1970 con la pubblicazione de L’occhio più azzurro.

Arrivò, non molto più tardi, Sula, edito nel 1973. Dopo lungo scrivere negli anni, arriva il 1988, anno di Amatissima, il libro che la portò in cima alle classifiche facendole conferire anche l’ambitissimo premio Pulitzer. Nel ’90, un altro riconoscimento: il premio internazionale Chianti Ruffino Antico Fattore; un’ascesa culminata nel 1993, fatidico anno del premio Nobel per la Letteratura.

L’annuncio dell’editore su Twitter

Al centro della sua poetica, tema prediletto della scrittrice, l’identità afroamericana e dei neri in contesti americani proprio nei momenti più difficili, con maggior pressioni e minacce.

Ad annunciare la morte della scrittrice è stato il suo editore, Alfred A. Knopf che le ha dedicato un post su Twitter attraverso il quale ha diffuso la triste notizia. “Siamo profondamente tristi nel riferire che Toni Morrison è morta all’età di 88 anni“. Per salutarla, l’editore ha voluto ricorrere ad una citazione della stessa Morrison: “We die. That may be the meaning of life. But we do language. That may be the measure of our lives“, (Moriamo. Questo potrebbe essere il significato della vita.

Ma creiamo il linguaggio. Potrebbe essere la misura delle nostre vite).