primissimo piano cosimo cinieri

Di questi momenti la notizia della morte di Cosimo Cinieri, volto storico del teatro ma anche del cinema e della televisione. Il grande pubblico assocerà poi sicuramente il suo volto a quello di molte pubblicità che lo hanno voluto come protagonista. Con la sua morte si celebra la triste scomparsa di quello che è stato uno dei più grandi esponenti del teatro italiano.

Morto a 81 anni Cosimo Cinieri

Si apprende con profonda tristezza in questi minuti la notizia che riguarda la morte di Cosimo Cinieri. Un decesso arrivato a seguito di una lunga battaglia contro la malattia che lo ha portato via un giorno prima di quello ceh sarebbe stato il suo 81esimo compleanno, essendo nato lui proprio il 20 agosto del 1938.

Difficile in poche righe riuscire ad annoverare tutti i successi della sua carriera principalmente teatrale ma anche televisiva e cinematografica. Nipote d’arte del drammaturgo Cesare Giulio Viola, la recitazione fu la sua più grande passione che lo accompagnò dalla tenera età sino all’ultimo giorno della sua vita. Ha fatto storia il suo sodalizio lavorativo con Carmelo Bene. Ma la collaborazione con Carmelo Bene non fu la sola: lavorò in fianco a rinomati nomi del cinema quali quelli di Bertolucci, Massimo Troisi, Luigi Mani ed Edoardo Winspeare.

I premi e la carriera televisiva

Come dicevamo però, forse soprattutto i più piccoli, potranno avere chiaro chi fosse anche grazie alla fortuna che hanno avuto numerose pubblicità in cui Cinieri ha avuto il ruolo di protagonista come nel 2008, quella della Balocco. Parlando invece nuovamente della sua carriera da attore, era il 1978 quando vinceva il Premio Ubu proprio in qualità di miglior attore non protagonista in un film diretto da Carmelo Bene, Otello. Nel 1996 invece, sempre Cinieri vinse l’ambito Premio Ovidio d’argento, questa volta come miglior attore al Sulmonacinema Film Festival per il ruolo nel film Pizzicata di Winspeare.

*immagine in evidenza: Cosimo Cinieri. Fonte/Yri Abe yriabe@2007 (dimensioni modificate)