Primo piano di Andrea Roncato

Il dolore per la morte dei genitori e una poesia dedicata al padre ma che non gli ha mai consegnato: è con questo bagaglio di ricordi che Andrea Roncato si è presentato al pubblico di Io e Te, programma di Pierluigi Diaco, risalendo le trame di un duro passato. L’attore, oggi 72enne, ha affidato alla trasmissione una delle pagine più intime e riservate della sua esistenza, senza trattenere le emozioni. Durante un passaggio molto toccante, le lacrime hanno solcato il suo viso finendo per incorniciare una delle più commoventi apparizioni televisive della sua carriera.

Andrea Roncato in lacrime

Gran parte del pubblico conosce soltanto la sua vena scanzonata e solare, ma dietro la carriera di Andrea Roncato c’è anche tanto dolore. Ne ha parlato ai microfoni di Pierluigi Diaco, durante la sua ospitata a Io e Te, offrendo a milioni di italiani il suo lato più dolce, ma anche più sensibile e meno appariscente.

Durante l’intervista, l’attore si è lasciato andare alle onde più impetuose dei suoi ricordi, finendo per piangere in tv al pensiero dei genitori scomparsi.

Figlio unico, ha sperimentato il lutto per la morte di entrambi molto presto, e si è trovato ad affrontare il mondo senza le due colonne portanti della sua esistenza.

La poesia per il padre scomparso

I miei genitori hanno fatto in tempo a godere dei miei primi successi, dopo anni di sacrifici. Quando morì mio padre io non c’ero perché ero a Roma per un film (…). Questa cosa mi ha sempre lasciato un magone“.

La morte di sua madre ha segnato l’ennesimo capitolo di sofferenza, ed è allora che ha deciso di scrivere una poesia per il padre da lasciare nella bara della donna con una raccomandazione: “Portala a papà“.

Intitolato ‘Ti ricordi babbo’, lo scritto ha catapultato il pubblico in una dimensione struggente che ha visto un Roncato visibilmente commosso e avvolto dall’affetto del conduttore e degli spettatori.