ambulanza

Di questi momenti la notizia di una forte esplosione verificatasi all’interno del palazzo vescovile di Avellino. Sono poche le notizie che riescono a filtrare con esattezza ma sembrerebbe che l’esplosione si sarebbe verificata nell’atrio dell’edificio: ci sono dei feriti.

Esplosione nel palazzo vescovile di Avellino

Erano circa le 17 quando il boato ha falciato via il silenzio nel palazzo vescovile di Avellino. Si tratterebbe di un’esplosione dovuta ad un ordigno, molto probabilmente rudimentale ma la dinamica è in corso di accertamenti e i soccorsi si trovano tutti attivi sul luogo. La deflagrazione sarebbe stata percepita in 3 momenti: 3 forti boati uno dopo l’altro proprio all’interno del palazzo.

I carabinieri si stanno occupando di mettere in sicurezza la zona circostanza e sul luogo sono già arrivati gli uomini della Digos della questura di Avellino.

Ci sono feriti, fermato un uomo

Secondo un primo aggiornamento, ci sarebbero persone rimaste coinvolte nell’esplosione. Sarebbe 3 al momento le persone soccorse perché rimaste ferite e sulla loro condizione di salute non si conosce altro. Intanto, viene a galla anche la notizia di un parallelo fermo. I vigili urbani avrebbero intercettato un uomo di circa 40 anni che potrebbe essere stato l’artefice dell’ordigno esploso nel palazzo.

Sull’ordigno in sé sembra si trattasse di 3 diverse bombole di gas, quelle solite da campeggio, lasciate appositamente all’interno del palazzo.