ris dei carabinieri

È giallo sul macabro ritrovamento avvenuto ieri mattina nel Siracusano, precisamente a Carlentini. Un passante, lungo le campagne, ha notato un sacco di plastica sospetto abbandonato lungo la strada dal quale proveniva un forte odore. Inquadrata l’anomalia, ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine che hanno così rinvenuto il cadavere di un uomo.

Giallo nelle campagne di Carlini: cadavere in un sacco di plastica

Nessun indizio, né un dettaglio che al momento ha reso possibile identificare il cadavere ritrovato a Carlentini, ai margini di un terreno in contrada Cirico. A fare la drammatica scoperta ieri mattina è stato un uomo che stava attraversando le campagne a piedi.

Ha notato subito il sacco di plastica abbandonato ma su tutto, a spingerlo a capire cosa ci fosse dentro, è stato il forte odore. Dettaglio che si è poi scoperto, alla luce del ritrovamento del corpo, essere legato allo stato avanzato di decomposizione del cadavere.

In corso le indagini: si tratta di un uomo di 50 anni

Secondo i primi esami del medico legale, il corpo ritrovato all’interno del sacco sarebbe quello di un uomo di circa 50-55 anni.

Le cause della morte sono ancora in corso di chiarimento ma sembra che il decesso sia avvenuto per la violenza subita. Sempre grazie ai primi esami autoptici, solamente abbozzati e in corso di approfondimento, il corpo si sarebbe trovato all’interno del sacco da più giorni, almeno 4.

Sono attive tutte le indagini sul caso, in attesa di aver chiara l’identità del cadavere: a coordinare le indagini sarà il pm Salvatore Grillo che ha fatto scattare tutte le ricerche investigative a poche ore dal ritrovamento. In queste ore è in corso l’autopsia sui resti trovati nel sacco ed è probabile che già nelle prossime ore verrà alla luce l’identità dell’uomo.