l'incendio nell'azienda di smaltimento pneumatici a Battipaglia

Drammatiche le immagini che arrivano dalla zona industriale di Battipaglia, comune in provincia di Salerno in Campania. L’allarme è stato lanciato nella notte da un deposito di pneumatici dove si è verificato un terribile incendio. Mentre i Vigili del Fuoco domano le fiamme, cresce l’apprensione per la nube tossica che aleggia nel cielo campano.

Battipaglia, ancora un incendio

Come mostrano i filmati girati e diffusi dai Vigili del Fuoco sul proprio profilo Twitter, l’incendio divampato nella notte a Battipaglia ha destato fin da subito non poca preoccupazione. Come ha rilasciato in un comunicato stampa la sindaca del comune nel Salernitano: “La nostra città è stata svegliata da una nube tossica di pneumatici che bruciano e, dalle prime indagini sul luogo, l’incendio sembrerebbe doloso“.

Entrando nello specifico del drammatico evento, le fiamme sarebbero state dunque presuntamente appiccate all’interno di un’azienda di smaltimento di pneumatici nella Zona Industriale.

Una città “sotto assedio

Sempre secondo quanto diffuso dalla sindaca nella nota, è già stata emessa un’ordinanza di chiusura nei confronti di tutte quelle attività ma anche aziende e scuole situate nel raggio di 1 km dallo spaventoso rogo. Ma l’allarme sembra ora estendersi allargando il proprio raggio d’interesse: a preoccupare maggiormente in questi istanti sembra essere infatti la pericolosa nube tossica che si è innalzata dall’azienda.

Motivo che ha spinto la sindaca a chiedere l’intervento dell’Arpac, azienda regionale per la protezione dell’ambiente.

La Coldiretti: “Pronti a costituirci parte civile

Si tratterebbe di un ennesimo incendio a Battipaglia che porta la sindaca a sfogarsi. Come riportato da RaiNews24, la sindaca: “La città è sotto assedio. Un assedio permesso da altri ma che oggi non è più possibile tollerare e sostenere. Il costo da pagare per la mia gente è altissimo e non sono più disposta ad attendere chissà che. É evidente – denuncia la sindaca – Che esiste un disegno criminale di sotterrare sotto ai rifiuti questa terra e avvelenarli con la puzza“.

I numerosi incendi che si stanno susseguendo a Battipaglia in queste settimane continuano a mettere a repentaglio l’economia e l’ambiente. Come denuncia la Coldiretti Salerno, pronta a costituirsi parte civile: “È prioritario verificare al più presto la realtà dei fatti senza allarmismi, adottare tutti gli accorgimenti a tutela della sicurezza e della salute e accertare immediatamente le responsabilità e i danni diretti ed indiretti alle imprese agricole“.