Frascati, un uomo ha cercato di soffocare la moglie ieri notte. Il figlio della coppia è intervenuto e ha accoltellato il padre (Immagine di repertorio)

La scorsa è stata una notte di violenza per una famiglia filippina a Frascati, fuori Roma. Un 48enne ha aggredito la moglie di 43 anni, cercando di soffocarla. Poi ha provato a colpirla con una doccetta da giardino e l’ha scaraventata a terra. Da quanto emerso dalle prime indagini, le liti e le violenze domestiche non erano rare all’interno della loro abitazione. Il figlio 20enne della coppia, quindi, ha infine deciso di intervenire e ha accoltellato il padre. I carabinieri sono sopraggiunti dopo una segnalazione dal pronto soccorso dove la famiglia è andata a farsi curare le ferite. Arrestato il 48enne e denunciato a piede libero il figlio, entrambi per lesioni personali.

Feriti entrambi dopo l’ennesima violenta lite domestica

Dopo il violento scontro familiare, il marito violento è andato al pronto soccorso dell’Ospedale San Sebastiano Martire di Frascati. L’uomo, aggredito dal figlio dopo il vano tentativo di farlo smettere di maltrattare la madre, ha riportato poche ferite da arma da taglio. Più precisamente, una duplice lacero contusa alla spalla sinistra e una al dito della mano. Per i medici che hanno curato il 48enne, le ferite saranno guaribili in una decina di giorni. La donna invece, curata successivamente sempre al San Sebastiano, ha riportato un trauma cranico, contusioni ed escoriazioni multiple e sul collo i segni del tentativo di soffocamento da parte del marito.

I medici l’hanno dimessa con 7 giorni di prognosi.

Il figlio ha salvato la madre dal marito che cercava di ucciderla

RomaToday racconta che il ragazzo ha sentito le urla della madre quando la lite era già in pieno corso. Il 20enne ha trovato il padre che cercava di soffocare sua madre, ha provato a calmarlo e a separarli. Ma quando ha visto che era inutile, è corso in cucina, ha afferrato un coltello e ha allontanato così il padre violento.

La lite, sfociata in una duplice violenza domestica, è avvenuta tra le 22 e le 22.30 di ieri sera. Dopo le cure mediche, i carabinieri hanno portato padre e figlio in caserma. L’uomo è stato arrestato immediatamente e processato per direttissima. Il figlio invece, denunciato a piede libero. L’accusa per entrambi è di lesioni personali aggravate.