In una raffineria Eni di enormi dimensioni situata a Sannazzaro De’ Burgondi, in provincia di Pavia, è avvenuta stamattina un’esplosione piuttosto violenta, la cui causa è ancora da identificare.

Ancora ignote le cause dell’esplosione

Pare che non ci siano feriti ma dall’esplosione di è alzata una colonna di fumo molto alta e che preoccupa la popolazione locale. A dare l’allarme è stata la stessa pagina Facebook del comune, che stamattina ha pubblicato un annuncio: “Alle ore 6,35 circa, sì è sentito un forte boato in Raffineria. Abbiamo attivato le procedure interne comunali (PEC) . È stato attivato l’allarme interno ENI e ora sta rientrando.

Nessun ferito, tutto sotto controllo.Vi terremo aggiornati”.

Una delle raffinerie più grandi d’Italia

Non si parla, per ora, di inviti alla popolazione locale a tenere specifici comportamenti.

La raffineria Sannazzaro De’ Burgondi è una delle più grandi che ci siano sul territorio nazionale: pare che l’esplosione di stamattina sia avvenuta in una zona dell’impianto che al momento non era in uso per procedure di manutenzione.

(Immagine in alto: Twitter)