un'ambulanza

Drammatica la notizia che arriva in questi momenti da Catania, in Sicilia. È morto un bimbo di appena 2 anni: erano circa le 8 del mattino quando il padre avrebbe dovuto fermarsi con l’auto all’asilo per lasciarlo ma ha proseguito fino al lavoro dove lo ha dimenticato in macchina. Quando si è accorto che il piccolo era rimasto nell’auto erano trascorse ormai già 5 ore e per il piccolo non c’è stato più nulla da fare.

Catania, padre dimentica il figlio in auto

È un uomo disperato, distrutto, che piange continuamente e non riesce a spiegare l’accaduto“, sono le parole di un investigatore sul padre del piccolo bimbo di 2 anni, rilasciate a TgCom24.

Non si spiega come abbia potuto né cosa sia successo da fargli dimenticare suo figlio di appena 2 anni nell’auto per circa 5 ore. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti al lavoro sul caso, l’uomo, un 43enne ingegnere che lavora presso l’università nel Catanese, sarebbe uscito di casa insieme al piccolo intorno alle 8 del mattino. Da consueto iter avrebbe dovuto fermarsi prima all’asilo per lasciare il piccolo e poi dirigersi al lavoro ma questa mattina, la prima tappa non c’è stata.

Ad accorgersi di tutto, la madre

Diretto verso il posto di lavoro, il 43enne ha dimenticato il piccolo nell’auto sul seggiolino.

Ad accorgersi che il piccolo non era stato portato all’asilo è stata la madre all’uscita da scuola intorno alle 13. La scoperta è stata successiva alla telefonata della madre al padre che in preda all’angoscia è tornato nell’auto dove il piccolo è rimasto per circa 5 ore in una fascia oraria particolarmente calda. Esanime, a nulla è valsa la corsa in ospedale: quando il piccolo è arrivato era già morto e probabilmente la causa è stata proprio l’aria soffocante all’interno dell’abitacolo. Il padre 43enne è ora accusato e indagato per omicidio colposo.