buffon seredova

La rottura tra Alena Seredova e Gigi Buffon, avvenuta nel 2014, fu una delle più chiacchierate di sempre.

Si parò, all’epoca, di presunti tradimenti di lei (addirittura di una relazione con un macellaio, mai confermata) e arrivarono le prime immagini della storia tra Buffon e Ilaria D’Amico. Oggi, Alena Seredova racconta come si è evoluto il rapporto tra lei e l’ex marito, spiegando quanto sia stato difficile ma riuscito il processo di ricostruzione di un rapporto di rispetto reciproco.

Una separazione gestita con eleganza

All’epoca, Alena Seredova e Gigi Buffon si separarono con dignità e classe: non ci furono sfuriate o male parole né sui social, né pubblicamente.

I figli Louis Thomas e David Lee diventarono per entrambi la priorità e la Seredova, benché ferita, decide di proteggerli ad ogni costo. La cosa fu apprezzata dall’allora marito, che come riportato da Rai News, aveva commentato. “In un momento molto delicato, nel quale bastava niente per crearmi delle difficoltà anche dal punto di vista mediatico, Alena è stata una donna con una dignità incredibile. Ha messo davanti l’amore per la famiglia e per i propri figli e non il suo ego.

E questo è qualcosa per cui la ringrazierò per sempre“.

Oggi, invece, come vanno le cose? Alena Seredova lo ha raccontato a I Lunatici su Rai Radio 2: “Il nostro rapporto è quello di due persone intelligenti che comunque rimarranno legate per tutta la vita, visto che abbiamo due figli. Non si può cancellare, non si può modificare. Io non dimentico il passato“.

Una nuova vita, un nuovo compagno

Massimo rispetto reciproco, dunque: “A casa di papà ne parliamo tranquillamente. Mi secca parlarne con gli altri, anche per rispetto del mio nuovo compagno”.

Per Alessandro Nasi  ha solo parole d’amore: “Sono molto innamorata del mio nuovo compagno. È un arricchimento anche per i miei figli, prima avevano due genitori, oggi hanno due genitori e altre due persone che possono essere un punto di riferimento importante”.

Non è tutto rosa e fiori

Non che si sia creata una situazione idilliaca come quella nata e cresciuta tra la moglie di Francesco Facchinetti, Wilma Faissol, e la ex di lui Alessia Marcuzzi. A Donna Moderna, un po’ di tempo fa, aveva infatti dichiarato: “Oggi sono una donna che ha i problemi di tutte le famiglie separate e, quando sento dire: ‘Andiamo tutti d’accordo’, penso che sia una balla colossale”.

C’è un legame che invece, nonostante tutto, continua a durare, ovvero quella con la Juventus e i suoi tifosi: “Devo dire che ogni tanto qualche tifoso della Juventus mi scrive ancora. Mi chiamano la capitana. Gli voglio bene, non ci siamo separati. Resto una tifosa della Juventus”.

(Immagine in alto: Fonte: Ansa)