striscia veline

Durante la conferenza stampa per l’inizio della nuova stagione di Striscia La Notizia, Antonio Ricci, ideatore del tg satirico, non le manda a dire a chi negli anni ha criticato il ruolo delle veline: da Ezio Mauro (“un maniaco sessuale”) a Gad Lerner (“un tonto”).

Antonio Ricci senza freni

La 32esima edizione di Striscia La Notizia è alle porte e in occasione della ripartenza del tg satirico il suo “padrone” Antonio Ricci risponde alle domande dei giornalisti, anche le più scomode, senza risparmiare proprio nessuno.

Interrogato sulla mancanza delle veline alla conferenza dice: “Le veline ci sono e lottano insieme a noi.

Sono state oggetto di polemiche per anni. Mentre c’erano le veline, c’era Youporn e uno poteva andare su tutti i siti del mondo a vedere le donne nude. Era solo quel maniaco sessuale di Ezio Mauro che su Repubblica continuava a dire che l’Italia veniva rovinata dalle Veline: noi abbiamo dimostrato il contrario, e pure loro. Sono ragazze serie, fanno la loro vita e il loro lavoro, che è quello di ballare”.

Viene tirato in ballo anche il giornalista Gad Lerner: “La cosa più clamorosa era stata quella detta da quel tonto di Gad Lerner, ovvero che le Veline non parlano.

Ecco, neanche Carla Fracci parlava durante le sue esibizioni”.

Insomma il creatore di Striscia non ci sta a chi lo accusa da anni di promuovere l’immagine della donna oggetto.

Le novità della prossima edizione del tg satirico

Striscia La Notizia tornerà sugli schermi di Canale 5 da lunedì 23 settembre con la conduzione di Ezio Greggio e Michelle Hunziker (fino al 5 ottobre). Confermate le veline Sheila Gatta e Mikaela Neaze Silva, mentre Philippe Daverio, per la prima volta a Striscia, curerà una rubrica d’arte.

Ballantini imiterà ancora Giuseppe Conte, che a detta di Ricci “Ci darà molte gioie. Del resto dalla satira adesso non ne possiamo fare a meno, è un momento di grande fermento“.