giulia michelini

Lo scorso sabato è stata ospite di Verissimo l’attrice Giulia Michelini rivelando di sentirsi stanca di interpretare il personaggio Rosy Abate che impersona da circa 10 anni. Tra le altre cose, l’attrice ha ribadito quanto aveva già dichiarato durante un’intervista rilasciata a Grazia, ovvero che secondo lei la serie di Rosy Abate dovrebbe concludersi con questa stagione e non arrivare alla terza.

Giulia Michelini: “Mi sento affaticata

Giulia Michelini non può fare a meno di riconoscere che la seconda serie di Rosy Abate è stata un successo. L’attrice ha dichiarato: “Sono contenta che il pubblico sia rimasto fedele a questo personaggio pur essendo passato un po’ di tempo“.

In effetti, la prima stagione era andata in onda nel 2017, per cui i telespettatori hanno atteso circa 2 anni prima di poter vedere la seconda parte della serie. Nonostante questo, la seconda stagione che è appena iniziata è già stata definita un successo.

Se però il pubblico sembra non essersi stancato di Rosy Abate dopo averla vista in 8 stagioni di Squadra antimafia – Palermo oggi e poi in 2 serie dedicate solo a lei, non si può lo stesso per l’attrice. Giulia Michelini rivela di non essere “stufa” di Rosy Abate ma di sentirsi “affaticata.

L’attrice spiega: “Il personaggio è stato illuminato un po’ da tutti i punti di vista. (…) Diventa complicato andare a cercare altre cose da tirare fuori, da raccontare. (…) Non dico che sono stufa, però vorrei fare anche altro“.

Sull’eventualità di realizzare una terza stagione di Rosy Abate, Giulia Michelini si era già pronunciata e con Silvia Toffanin ribadisce il concetto: “Per me è un personaggio che ha un arco conclusivo in questa serie“. L’attrice ha anche aggiunto: “Una cosa non deve necessariamente continuare all’infinito per essere bella, vorrei lasciare un bel ricordo“.

Il desiderio di voltare pagina rispetto a questo personaggio e, anche più in generale, sembra essere dominante in questo momento della vita dell’attrice.

Il desiderio di cambiare vita

Giulia Michelini sente il bisogno di cambiare vita, di “sperimentare altro“. La prospettiva di fare qualcosa di diverso inizia a diventare un progetto per lei: “È un’idea ma penso che stia iniziando a diventare qualcosa di un po’ più concreto di un’idea“.

Rispetto al rapporto con la recitazione, Giulia Michelini mette in chiaro di non voler lasciare, ma allo stesso tempo ha rivelato di non sentirsi sicura di “voler arrivare alla fine facendo questo lavoro“.

Insomma, questo sarebbe periodo di ricerca di “nuovi orizzonti” per Giulia Michelini e ricco di punti interrogativi. Ma, d’altronde, come ha spiegato lei stessa, “si cresce e le priorità cambiano“.