il cane ignazio ricoverato

Sono immagini strazianti quelle che arrivano dalla Sardegna e riguardano un cane, battezzato Ignazio, ricoverato con estrema urgenza a Norbello, un comune in provincia di Oristano. Come riporta la clinica veterinaria che ha preso in carico il cane, anziano, questo sarebbe stato investito e in precedenza sarebbe preso di mira da ignoti con un colpo di pistola. Anche il sindaco di Norbello ha deciso di denunciare l’accaduto indignandosi su Facebook.

Norbello, il ritrovamento di Ignazio in fin di vita

Le immagini di questo anziano cane lasciato moribondo per la strada con evidenti segni di percosse e la gabbia toracica lacerata stanno circolando velocemente per tutta la penisola.

I fatti arrivano dalla Sardegna, precisamente da Norbello, un comune in provincia di Oristano il cui sindaco ha deciso di dedicargli attenzione particolare. “Questo povero cane è stato ritrovato nelle campagne di Norbello… ora si trova in clinica per essere curato – scrive su Facebook Matteo Manca, sindaco – È stato investito, gli hanno sparato e probabilmente picchiato… Non ho neanche parole per descrivere lo schifo che provo e la vergogna di far parte della razza umana come il bast**do vigliacco che ha fatto questo…“.

Colpito da un proiettile e poi investito

Secondo quanto ricostruito e ipotizzato dai medici della clinica veterinaria di Norbello, la clinica veterinaria Duemari, il cagnolone sarebbe stato investito ma in ultima battuta. Precedentemente sarebbe stato raggiunto da un colpo di pistola e sarebbe stato trovato con la cassa toracica sfondata, con un polmone perforato e una costola fratturata. Non è sicuro che il cane riesca a sopravvivere nonostante il tempestivo intervento dei veterinari ma nel caso riuscisse, è già pronto un nome per lui come scrivono su Facebook: “Se sopravvive, lo chiameremo Ignazio, dal luogo dove è stato soccorso da Nicola, Sant’Ignazio vicino a Norbello, confidando che ci faccia la grazia di trovare adottanti per i nostri cagnoni bianchi… vi prego, dateci una mano“.

*immagine in evidenza: Fonte/Facebook Clinica Veterinaria Duemari (dimensioni modificate)