un'ambulanza e una volante dei carabinieri

Di questi momenti una drammatica notizia che arriva dalla Capitale. Un ragazzo di origine straniera si trovava nel tunnel della metro B, alla stazione Tiburtina, quando per ragioni ancora da chiarire ha aggredito un vigilante per poi disarmarlo e suicidarsi.

Roma, metro Tiburtina: aggredisce la guardia giurata

Un gesto che al momento non trova spiegazione e che lo si apprende in tutta la sua tragicità. Momenti di forte paura in questi ultimi momenti a Roma, all’altezza della stazione Tiburtina della metro B capitolina. Un ragazzo che si trovava nel tunnel della metro, brandendo un coltello ha assalito una guardia giurata della Italpol.

Dopo averlo ferito gravemente, lo avrebbe disarmato sottraendogli la pistola d’ordinanza che ha poi rivolto contro sé stesso, togliendosi la vita con un colpo alla testa.

Gli sottrae la pistola e si spara

Immediatamente giunte sul luogo le forze dell’ordine seguiti dai militari dell’Esercito che hanno prontamente transennato l’ingresso alla stazione della metro. Isolata l’intera zona dell’aggressione e del suicidio, la scientifica si trova già al lavoro per tutti i rilievi del caso. Per quanto riguarda invece la guardia giurata, l’uomo è stato subito trasferito con urgenza all’ospedale Umberto I.

L’uomo, secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, sarebbe stato colpito con il coltello due volte dal ragazzo che avrebbe cercato di sgozzarlo e sarebbe ora ricoverato in gravissime condizioni.

Grave la guardia giurata

Per ora le indagini in corso non escludono al principio che possa agitarsi la pista terroristica dietro a quanto accaduto ma è un’ipotesi che non trova forte sostegno. Da chiarire per quali motivi il giovane abbia agito contro la guardia giurata e per quale motivo abbia poi deciso di togliersi la vita.

Domande che potrebbero trovare risposta analizzando i filmati registrati dalle telecamere di video sorveglianza al momento in mano agli agenti.