volante di polizia

La notizia filtra in questi momenti ed è davvero molto difficile riuscire ad avere aggiornamenti circa quello che sta avvenendo in questi momenti a Trieste. Secondo quanto battuto dalle agenzie stampa locali, si sarebbe verificata una sparatoria innanzi alla Questura di Trieste.

Di questi ultimi momenti la notizia che i due agenti coinvolti nella sparatoria sono morti dopo essere stati soccorsi e trasferiti in ospedale.

Sparatoria a Trieste: morti i due poliziotti

AGGIORNAMENTO DELLE 18:36 – Filtrano ora maggiori informazioni circa quanto accaduto questo pomeriggio a Trieste. Dell’uomo, il presunto rapinatore autore della sparatoria, sappiamo che si sarebbe diretto volontariamente nella Questura in compagnia del fratello, rimasto ferito nello scontro.

Il movente è al vaglio degli inquirenti ma sulla dinamica filtrano ora più informazioni: il killer avrebbe infatti sfilato ad uno degli agenti della polizia la pistola d’ordinanza, la medesima usata poi per esplodere i colpi. Da subito la conferma che due agenti erano stati coinvolti nella sparatoria e ora la terribile notizie che i due, giunti in ospedale sono morti poco dopo.

Diversa la situazione per il fratello del presunto rapinatore, ferito nello scontro a fuoco con altri agenti che hanno risposto alla sparatoria contro i colleghi. Il fratello si troverebbe al momento in ospedale mentre non si hanno ancora notizie sul rapinatore.

Apre il fuoco contro la volante della Polizia

Iniziano a filtrare più dettagli circa quanto accaduto in queste ore a Trieste. Secondo quanto giunto dal luogo della sparatoria, sarebbe stato un uomo l’artefice. L’uomo, di fronte alla Questura, avrebbe esploso diversi colpi d’arma da fuoco. Secondo fonti locali, si tratterebbe di un uomo nel mirino degli agenti, il medesimo che questa mattina avrebbe messo a segno un colpo, una rapina. L’uomo avrebbe aperto il fuoco contro una volante della polizia colpendo i due agenti a bordo di cui non si conoscono al momento le condizioni di salute ma risultano essere feriti esattamente come l’uomo che si trovava col presunto rapinatore, probabilmente suo fratello.

GUARDA IL VIDEO: