roberto ferri franco battiato

Per il musicista e paroliere, Roberto Ferri, amico e collaboratore di Franco Battiato, l’uscita del nuovo album del cantautore siciliano contenente un inedito sarebbe un tentativo di lucrare con il nome dell’artista messo in piedi dal suo manager. A suo dire, Franco Battiato non starebbe affatto meglio. Le parole di Roberto Ferri sono pesanti e sono state riferite a Fanpage, durante un’intervista.

Franco Battiato e il nuovo album

Dalla pagina Facebook di Franco Battiato lo scorso 3 ottobre è stato dato l’annuncio dell’uscita il prossimo 18 ottobre del nuovo album del cantautore, Torneremo Ancora, disco che conterrà anche un pezzo inedito.

Già l’annuncio del brano inedito desta in Roberto Ferri molte perplessità. Infatti, il musicista e paroliere che conosce, frequenta e collabora con Franco Battiato dal ’79 si è così espresso in merito: “L’unico inedito lo abbiamo scritto e musicato insieme“. Poi ha anche aggiunto: “Mi ha sempre detto che non aveva inediti, per sé o per gli altri“. Per Roberto Ferri si tratterebbe di una manovra commerciale: “Non so da dove abbiano tirato fuori questa roba che pubblicheranno“.

Le condizioni di salute di Franco Battiato

Il fatto che un collaboratore e amico di vecchia data di Franco Battiato commenti in questi termini l’uscita del nuovo album del cantautore mette in allarme.

Roberto Ferri ha affermato riguardo all’annuncio del nuovo album dell’artista: “Evidentemente, l’etichetta e il manager Franz Cattini, hanno voluto tirare fuori qualcosa per tenere vivo quello che, purtroppo, è già morto“. Il collaboratore del cantautore siculo farebbe dunque intendere che le condizioni di salute di Franco Battiato non siano delle migliori.

Infatti, incalzato, si esprime così: “Franco non lo sento più da un anno, perché purtroppo non riesce a capire quello che gli si dice“. Per Roberto Ferri non è vero che Franco Battiato stia meglio: “Vogliono farcelo credere. Perché Franco non era tipo da avere peli sulla lingua.

Entrava nelle questioni. Si era permesso di dare delle ‘tr**e disposte a tutto’ alle parlamentari. Come mai ora non parla più? Allora capisci che è solo una operazione commerciale disgustosa“. L’amico del cantautore profila dunque una situazione ambigua su cui, forse, solo Franco Battiato potrebbe avere l’ultima parola.