Guardia di Finanza Immagine di repertorio

Un uomo di 52 anni di Riva Trigoso (Sestri Levante) è stato arrestato dalla Guardia di Finanza per estorsione aggravata e maltrattamenti. Il 52enne era infatti il badante di un anziano e, nel tempo, aveva convinto quest’ultimo a intestargli diverse proprietà per un patrimonio complessivo di circa 1,5 milioni di euro.

Nel tempo, aveva convinto l’anziano uomo a intestargli appartamenti e proprietà: a spalleggiarlo c’era anche la sua compagna, al momento indagata per favoreggiamento.

Si è fatto intestare 18 appartamenti

Sono in tutto 18 gli appartamenti che l’anziano possedeva e che il badante si è fatto intestare, finché uno degli affittuari non si è insospettito ed ha fatto denuncia alla guardia di Finanza.

Il badante aveva infatti cominciato a riscuotere gli affitti al posto dell’anziano, e l’affittuario aveva sospettato che l’uomo si stesse tenendo le entrate delle locazioni.

Le indagini sono partite e sono anche state installate delle telecamere in casa che hanno mostrato che non solo l’anziano era manipolato, ma veniva anche picchiato dall’uomo, che nel tempo era diventato il suo aguzzino. 

L’uomo convinto a non denunciare gli abusi

Anche trovandosi in situazioni tali in cui avrebbe potuto denunciare le violenze, l’uomo taceva, per paura e sottomissione: ad esempio, quando a causa delle ferite l’uomo andava a farsi curare al pronto soccorso, raccontava di essersi fatto male cadendo in casa o dalle scale.

Oltretutto, l’uomo è accusato di aver inquinato le indagini: quando ha scoperto infatti che la Guardia di Finanza stava indagando, ha convinto l’anziano ad inventare versioni dei fatti allo scopo di coprirlo.