Violenza domestica

Un altro caso di violenza e abusi domestici, questa volta ai danni di una donna incinta di 8 mesi. A picchiarla è stato il compagno, di fronte ad altri due bambini. L’uomo è ora in carcere con pesanti accuse.

La denuncia del Pronto Soccorso

La vicenda arriva da Faro Superiore, in provincia di Messina. Una donna incinta si è presentata al pronto soccorso dell’ospedale Papardo con delle ferite sul corpo. Allertati dalle condizioni della donna, i sanitari hanno denunciato il fatto ai Carabinieri, che hanno subito iniziato gli accertamenti del caso.
Si è così scoperto che la donna era stata picchiata dal compagno, un 26enne, per futili motivi.

L’uomo non è nuovo a questo tipo di atteggiamenti violenti e criminali e già in un’altra occasione la donna aveva dovuto ricevere cure mediche. Ad aggravare la vicenda, il fatto che la violenza sia stata eseguita di fronte ad altri due figli.
L’uomo è accusato di maltrattamenti contro familiari e conviventi e lesioni personali aggravate. È stato arrestato e portato in carcere.

Anni e anni di violenze

Non è purtroppo il primo caso del genere. Pochi mesi fa si è scoperto che una donna di Caserta veniva picchiata dal marito da oltre 13 anni, persino durante la gravidanza.

Anche nel caso di Faro Superiore, la violenza non è un caso isolato. Secondo quanto riportato ai militari che l’hanno aiutata, il compagno 26enne era solito vessarla fisicamente e psicologicamente, con ripetuti abusi fisici e un comportamento possessivo che andava avanti da anni. Schiaffi, pugni, calci, il divieto di uscire e, su tutto, la paura. La donna, infatti, non ha mai trovato il coraggio di chiudere la relazione e denunciarlo per paura di ritorsioni, ulteriori e definitive violenze verso di lei o gli altri figli.
Va ricordato che per questi casi e per coloro che necessitano di aiuto, è attivo il servizio del Telefono Rosa e il Numero nazionale anti violenza e stalking 1522.