Dramma a Bolzano: pensionato povero e malato ruba dentifricio e shampoo al supermercato, ma muore d'infarto all’arrivo della Polizia (Immagine di repertorio)

Non ha retto alla tensione, quando ieri mattina la Polizia è giunta per lui. Un 67enne di Bolzano, che viveva in condizioni di povertà, ha avuto un infarto fatale poco dopo l’arrivo delle forze dell’ordine. Il personale del supermercato dove è avvenuto il dramma aveva infatti chiamato i poliziotti dopo aver colto l’anziano a rubare. Un bottino di certo non ricco: appena due tubetti di dentifricio e uno shampoo, nascosti nelle tasche. Ma il 67enne, che secondo quanto rivelano i giornali locali e nazionali già presentava condizioni precarie di salute, si è sentito male all’interno del supermercato e non si è più ripreso.

In pochi minuti, un piccolo furto si è trasformato in una tragica morte.  

Un piccolo furto divenuto dramma

Il dramma è avvenuto ieri mattina, intorno alle 9, in un supermercato di piazza Matteotti a Bolzano. Quando i dipendenti del supermercato hanno sorpreso l’anziano con le mani nel sacco, gli hanno chiesto spiegazioni, conducendolo nell’ufficio del direttore. Due tubetti di dentifricio e uno shampoo: un furto del valore di 10 euro circa. I dipendenti hanno comunque deciso di chiamare le forze dell’ordine. Ma subito dopo il loro arrivo, l’autore del piccolo furto ha avuto un infarto e si è accasciato a terra.

I poliziotti hanno immediatamente allertato i soccorsi, ma non è stato possibile salvare il 67enne. I tentativi di rianimazione, durati una ventina di minuti, si sono rivelati inutili. La testata locale Alto Adige rivela che l’anziano era un volto noto al personale del market, e soffriva di altri problemi salutari.

Il terzo caso in pochi giorni

Stando a quanto riportano l’Ansa e Repubblica, si tratterebbe del terzo drammatico caso di povertà fatale a Bolzano nel giro di pochi giorni. Recentemente, infatti, le forze dell’ordine hanno scoperto il cadavere di un altro anziano nella propria abitazione, una decina di giorno dopo il decesso.

Pochi giorni dopo, hanno trovato il corpo senza vita di un senzatetto in riva al fiume Isarco. Infine, ieri si è aggiunto alla lista questo spiacevole episodio. Un furtarello, costato carissimo ad un 67enne bolzanino. I suoi problemi di salute, uniti all’angoscia dell’esser stato beccato a rubare, gli son stati fatali.