Alessandro Greco e Barbara d'Urso

La puntata di Live – Non è la d’Urso del 20 ottobre scorso ha visto in scena diverse storie, tra cui l’ennesimo ritorno del discusso Adriano Panzironi e del caso legato alle sue diete. Poi il clamoroso forfait di Morgan, e ancora Rocco Siffredi e le sue dichiarazioni sulla galassia dell’hard. Tra i telespettatori, un Alessandro Greco fortemente contrariato dallo show, tanto da condividere le sue critiche a Barbara d’Urso via Twitter (seguito, a ruota continua, da decine di follower).

Alessandro Greco si scaglia contro Carmelita

Alessandro Greco ha affidato al suo profilo Twitter un rovente affondo alla collega Barbara d’Urso, a margine dell’ultima puntata di Live in cui sono tornati in ballo temi tra cui le ‘diete miracolose’ di Adriano Panzironi e le confessioni intime di un Rocco Siffredi senza freni inibitori (come quella sul presunto sesso orale che una vecchietta gli avrebbe praticato durante le esequie di sua madre).

Il conduttore non ha gradito l’architettura della trasmissione e non sembra essere riuscito a trattenere il disappunto, a giudicare dalle parole spese in merito al programma di Canale 5.

Siamo sotto il #trash non si può nemmeno considerare intrattenimento TV e la cosa più triste è il finto disincanto di #barbaradurso oddio chi è?

Cos’è? Ma cosa mi tocca fare!?…”.

Il conduttore invita la collega alla coerenza

Il velenosissimo tweet di Greco si conclude con un affondo definitivo a quella che sarebbe la ‘messinscena’ portata sul set della trasmissione, tra domande retoriche e presunta finzione: “Sei artefice e consapevole di tutto almeno un po’ di coerenza“.

È questo l’invito rivolto a Barbara d’Urso dal suo collega, evidentemente provato da una condotta televisiva che non riesce a digerire. Uno sfogo social, il suo, che ha incassato decine di commenti da parte dei follower, pronti a sostenerlo nel suo j’accuse.

Ma infatti – scrive un utente ad Alessandro Greco via Twitter – fa la finta tonta quando è lei a dirigere tutto“, e ancora ” Giusto che qualcuno di voi si esponga e dica le cose in faccia.

Bravo“, “Sante parole“.