Ragazza che prova dolore tenendosi la testa tra le mani

Per anni la 19enne Molly-Rose Taylor ha sofferto dolori mestruali lancinanti. Poi, l’incredibile diagnosi: un utero didelfo, una rara malformazione che raddoppia gli organi riproduttivi. La giovane ha così scoperto di avere due vagine, due cervici e due uteri.

Dopo l’utilizzo del tampone scopre di avere l’utero didelfo

I dolori durante i rapporti sessuali e i crampi mestruali sono sempre stati fortissimi per Molly-Rose Taylor, teenager di Gillingham, nel Kent. Ha sempre pensato che fossero “normali”, finché non ha utilizzato i tamponi interni. Come ha raccontato al Daily Mail, si è accorta che tali assorbenti non riuscivano a contenere il flusso mestruale.

Si è perciò rivolta a un ginecologo e dopo test accurati è arrivata la diagnosi esatta nel 2017: la malformazione dell’utero didelfo. È piuttosto rara, ma colpisce una donna su 3mila. “Mi sono sentita così felice di sapere cosa c’era che non andava” ha dichiarato la ragazza ai media locali, sollevata dall’aver trovato una risposta alle sofferenze che da anni la angustiavano.

La giovane Molly-Rose sensibilizza su una rara malformazione

L’utero didelfo è una malformazione che ha causato numerosi disagi e patimenti alla giovane Molly-Rose Taylor. La ragazza ha così deciso di condividere la sua storia per sensibilizzare le donne su questo tema quasi sconosciuto.

“Non c’erano volantini da leggere, né dottori che potessero aiutarmi a capire le mie condizioni – ha raccontato la 19enne – ed è per questo che ho impiegato così tanto tempo per farmi diagnosticare”. Le donne che hanno un doppio utero godono per lo più di gravidanze di successo, ma il rischio di aborto spontaneo è aumentato. L’obiettivo della ragazza è quindi di aiutare altre donne a prevenire le sofferenze e ad aumentare la loro consapevolezza sui rischi dell’utero didelfo. “Anche se potrei affrontare alcune complicazioni quando sarò pronta a mettere su famiglia – conclude la giovane adolescente – almeno ora posso pianificare in anticipo il mio futuro.